Vai direttamente a:

Rendere stabile il 5×1000. Firma la petizione

Antonio Palmieri

Scritto da Antonio Palmieri | 18 Ottobre 2007 | Prima Pagina

Ho aderito alla petizione lanciata sul sito www.firmiamo.it per chiedere al governo di rendere il cinque per mille stabile e senza limiti.
Come sai, questo è uno strumento di democrazia fiscale diretta, introdotto dall’ultima finanziaria del governo Berlusconi nel dicembre 2005 per sostenere il non profit e la ricerca scientifica grazie alla libera scelta dei cittadini.
Gli italiani hanno gradito e utilizzato questo strumento, come dimostrano i dati dell’Agenzia delle entrate. Di fronte a questo gradimento il governo Prodi ha posto nella finanziaria dell’anno scorso un tetto di 250 milioni alla somma da distribuire alle onlus, nonostante i cittadini abbiano in tutto deciso di destinare (con la dichiarazione dei redditi del 2006) oltre 340 milioni di euro e solo da pochi giorni si sono conosciute le singole destinazioni del gettito dell’anno scorso. 
Il governo Prodi fa fatica ad accettare questo modo di far decidere ai cittadini cosa fare delle proprie tasse. L’anno scorso nel primo testo della finanziaria il governo aveva “dimenticato” il cinque per mille, che è stato reintrodotto solo dopo le proteste delle organizzazioni del terzo settore e della ricerca e delle forze politiche. Lo stesso è avvenuto ora, con la finanziaria 2008. Di fronte alle proteste il ministro Ferrero si è impegnato a far rimettere il cinque per mille in finanziaria. Vedremo cosa accadrà. Nel frattempo dare forza alla petizione è il modo migliore per incoraggiare il governo a mantenere le promesse…

Commenti

Continua

Questo sito Web utilizza i cookie. Continuando a utilizzare questo sito Web, si presta il proprio consenso all'utilizzo dei cookie.
Per maggiori informazioni sulle modalità di utilizzo e di gestione dei cookie, è possibile leggere l'informativa sui cookies.