Vai direttamente a:

E ora attaccano Bertolaso

Antonio Palmieri

Scritto da Antonio Palmieri | 12 Febbraio 2010 | Prima Pagina

Il tassista che ieri mi ha portato a Fiumicino parlando bene del governo (spontaneamente e senza sapere chi fossi) mi ha citato tra le prime due cose fatte i rifiuti di Napoli e l’intervento in Abruzzo. Due successi riconosciuti da tutti, incontestabili, targati Berlusconi-Bertolaso. 
Al via della campagna elettorale delle regionali, nella quale Berlusconi ha annunciato che è sua intenzione far conoscere in dettaglio tutte le cose fatte dal suo governo (“Il governo del fare”) arriva l’attacco a Bertolaso e di conseguenza alle realizzazioni che l’hanno visto protagonista.
Ovviamente il metodo è sempre lo stesso: avviso di garanzia sui giornali, perquisizione spettacolare e raccontata dai media, pubblicazione di intercettazioni che non potrebbero essere rese pubbliche, contestualizzazione delle intercettazioni in modo ambiguo, per forzarne l’interpretazione contro Bertolaso, accostamento nei titoli e nei sommari di giornali e Tg delle intercettazioni dei due sciacalli che ridono dopo il terremoto pregustando una possiblità di business con il nome di Bertolaso, per suggerire un accostamento a lui.

Come non pensare di essere davanti al solito copione: colpire Bertolaso per colpire Berlusconi durante una importante campagna elettorale?
Vedremo gli sviluppi della vicenda Ecco qui la risposta di Bertolaso

Tags:

Commenti

Continua

Questo sito Web utilizza i cookie. Continuando a utilizzare questo sito Web, si presta il proprio consenso all'utilizzo dei cookie.
Per maggiori informazioni sulle modalità di utilizzo e di gestione dei cookie, è possibile leggere l'informativa sui cookies.