Vai direttamente a:

Latorre: “Berlusconi converga sulle riforme di sistema”. Che con che faccia lo chiede?

Antonio Palmieri

Scritto da Antonio Palmieri | 16 Luglio 2007 | EDITORIALE

Questa mattina, in una intervista al Giornale, il Ds Nicola Latorre, dalemiano di ferro e vicecapogruppo al Senato, manda un messaggio al centrodestra, dicendo che è indispensabile che Berlusconi sia il protagonista di una possibile convergenza sulle necessarie ‘riforme di sistema’.

Con che faccia lo chiede quando, nella passata legislatura, i DS hanno votato contro tutte le riforme approvate non per il contenuto ma solo perchè venivano proposte dal governo Berlusconi? Con che faccia lo chiede quando in un anno hanno demolito la riforma Tremonti del fisco, la riforma Moratti, la Castelli della giustizia, hanno bloccato le grandi opere, si accingono a demolire la Bossi-Fini sull’immigrazione, la Maroni sulle pensioni e la legge Biagi per il lavoro? Con che faccia, quando hanno voluto e vinto il referendum contro la nostra riforma della Costituzione oggi vengono a chiedere di fare insieme proprio quelle stesse riforme “di sistema” (più poteri al premier, meno parlamentari, funzoni divise tra Camera e Senato) che hanno affossato poco più di un anno fa?

Commenti

Continua

Questo sito Web utilizza i cookie. Continuando a utilizzare questo sito Web, si presta il proprio consenso all'utilizzo dei cookie.
Per maggiori informazioni sulle modalità di utilizzo e di gestione dei cookie, è possibile leggere l'informativa sui cookies.