Vai direttamente a:

Prodi attacca la satira online contro di lui

Antonio Palmieri

Scritto da Antonio Palmieri | 2 marzo 2005 | RASSEGNA STAMPA

Comunicato stampa ANSA del 2 marzo 2005

“Siamo solidali con la famiglia di siti satirici non di sinistra che fanno capo al sito www.ilgiulivo.com. per questo motivo è mia intenzione presentare una proposta di legge per tutelare la libertà di espressione sul web. La proposta sarà di un solo articolo: “Anche la satira non di sinistra è ammessa in internet.”.

Con queste parole Antonio Palmieri, deputato responsabile internet Forza Italia, reagisce alla notizia dell’azione intimidatoria intentata contro i siti satirici www.governareper.com e www.lafabbricadelprograma.com dai legali della società che gestisce il sito di Romano Prodi www.governareper.it.

“Anche in questa circostanza – spiega Palmieri – emerge la profonda differenza di mentalità e di comportamento tra noi e la sinistra. I fatti parlano da soli: a) nel 2001 Forza Italia organizzò il famoso concorso dei “Manifesti taroccati”, accogliendo nel proprio sito oltre 250 manifesti tarocchi che prendevano in giro la nostra campagna di poster elettorali. b) nonostante in questi anni siano proliferati siti internet davvero gravemente offensivi nei confronti del presidente Berlusconi, non ci siamo mai sognati di fare a causa a nessuno o di intervenire per limitare la libertà di espressione, anche quando ce ne sarebbero stati gli estremi. c) per controbattere le false catene di e-mail relative alla attività di governo che circolano nel web non abbiamo attaccato chi le alimenta ma abbiamo creato un apposito sito (caccia alle bufale online) per dire la verità.

“In Italia – conclude Palmieri – vige un curioso doppio standard. La sinistra e da sinistra si può dire e fare quello che si vuole contro Berlusconi e chi lo fa diventa un eroe: ma se qualcuno si permette di prendere in giro la politica di Prodi, peraltro senza alcuna offesa personale e con intelligente garbo, subito scatta la diffida legale. Ci piacerebbe vivere in un paese dove la satira potesse essere non a senso unico ma a doppio senso alternato. Da qui la nostra proposta di legge.

Commenti

Commenti Commenti (0) |

Nessun Commento »

Per fare in modo che la conversazione sia utile e proficua, tutti i commenti saranno letti ma saranno pubblicati quelli che porteranno un contributo effettivo al tema proposto dal post.

Feed RSS di questi commenti. | TrackBack URI

Tecnologia Solidale
Continua

Questo sito Web utilizza i cookie. Continuando a utilizzare questo sito Web, si presta il proprio consenso all'utilizzo dei cookie.
Per maggiori informazioni sulle modalità di utilizzo e di gestione dei cookie, è possibile leggere l'informativa sui cookies.