Vai direttamente a:

Loro in piazza a urlare, noi a spiegare le riforme

Antonio Palmieri

Scritto da Antonio Palmieri | 23 ottobre 2003 | RASSEGNA STAMPA

La Provincia di Como del 23 ottobre 2003
di Luca Marchiò

«Mentre c’è chi protesta, c’è chi invece costruisce»: sarà questo il titolo della «contromanifestazione» che Forza Italia organizzerà domani per rispondere allo sciopero generale indetto dalle confederazioni sindacali.

Alle 16.30, al Circolo della stampa del capoluogo lombardo, il coordinatore nazionale Sandro Bondi, il sottosegretario al Lavoro Maurizio Sacconi, il vicepresidente del gruppo alla Camera Fabrizio Cicchitto e l’economista Renato Brunetta, siederanno attorno ad un tavolo per illustrare gli effetti sul mercato del lavoro della legge Biagi, che entrerà in vigore proprio domani. Moderatore del dibattito sarà il deputato canturino Antonio Palmieri, ideatore della contromanifestazione , un’iniziativa che ha avuto subito il via libera da parte di Bondi.
L’inziativa sarà presentata questo pomeriggio durante una conferenza stampa che si svolgerà a Montecitorio. L’intento di Forza Italia è quello di trasmettere ai cittadini un messaggio che individui una separazione chiara tra il comportamento del partito di Berlusconi e le lotte sindacali.
Da una parte i responsabili «azzurri» del governo proporranno una discussione sulla riforma del mercato del lavoro, dall’altra i rappresentanti dei lavoratori saranno in piazza a protestare.

«Ci auguriamo comunque – ha dichiarato Palmieri – che il dialogo tra il governo e almeno una parte dei sindacati possa essere riavviato dopo la protesta».

Commenti

Commenti Commenti (0) |

Nessun Commento »

Per fare in modo che la conversazione sia utile e proficua, tutti i commenti saranno letti ma saranno pubblicati quelli che porteranno un contributo effettivo al tema proposto dal post.

Feed RSS di questi commenti. | TrackBack URI

Protected with SiteGuarding.com Antivirus
Continua

Questo sito Web utilizza i cookie. Continuando a utilizzare questo sito Web, si presta il proprio consenso all'utilizzo dei cookie.
Per maggiori informazioni sulle modalità di utilizzo e di gestione dei cookie, è possibile leggere l'informativa sui cookies.