Vai direttamente a:

Parigi e il terrorismo islamista

Antonio Palmieri

Scritto da Antonio Palmieri | 14 Novembre 2015 | Prima Pagina

Esprimo la mia vicinanza di tutto cuore al popolo francese, vittima di un attacco vile e spietato.

Superato il naturale sgomento, ora serve muoversi in modo coordinato e intelligente. In primo luogo l’Occidente deve smettere di isolare Russia e Israele e deve sostenere il governo egiziano, baluardo contro il terrorismo islamista.

In secondo luogo Occidente, Russia e i Paesi Arabi che sono contro i terroristi devono concertare una immediata azione politica, militare e anche di comunicazione contro Isis.

In Italia e in Europa dobbiamo ovviamente intensificare le azioni di prevenzione e le misure di sicurezza. Soprattuto però dobbiamo continuare ad affermare i nostri valori e non dobbiamo vergognarci della nostra storia, della nostra cultura e della nostra religione, nel timore ridicolo di offendere chi appartiene ad altre culture e religioni.
Anche in questo modo si sconfiggono i terroristi islamisti. Mostriamo loro che il nostro amore per la vita è superiore al loro desiderio di morte e distruzione.

Commenti

Commenti Commenti (1) |

1 Commento »

  1. anna maria baldocchi scrive

    Successivamente alla tragedia di venerdì 13 novembre 2015 il mondo europeo occidentale e cristiano deve reagire duramente all’invasione del fondamentalismo islamico co cui non ha nessun rapporto culturale.

    15 Novembre 2015 | #

Per fare in modo che la conversazione sia utile e proficua, tutti i commenti saranno letti ma saranno pubblicati quelli che porteranno un contributo effettivo al tema proposto dal post.

Feed RSS di questi commenti. | TrackBack URI

Tecnologia Solidale
Continua

Questo sito Web utilizza i cookie. Continuando a utilizzare questo sito Web, si presta il proprio consenso all'utilizzo dei cookie.
Per maggiori informazioni sulle modalità di utilizzo e di gestione dei cookie, è possibile leggere l'informativa sui cookies.