Vai direttamente a:

Inguaribile voglia di vivere

Antonio Palmieri

Scritto da Antonio Palmieri | 19 marzo 2011 | Prima Pagina

Oggi partecipo con la mia famiglia all’incontro pubblico e alla successiva assemblea del nostro club “L’inguaribile voglia di vivere”, nato un anno fa su ispirazione di Massimo Pandolfi per diffondere la cultura dell’accoglienza della vita in difficoltà e per realizzare piccoli (ma grandi) sogni e desideri dei malati di malattie gravemente invalidanti come la SLA….malattie che rendono le persone colpite prigioniere del loro corpo e che non possono, per ora, essere guarite: però queste persone possono essere curate, nel senso che si può condividere la fatica del cammino loro e delle loro famiglie e farle vivere in dignità e libertà e, perchè no, realizzando anche qualche desiderio che per noi “sani” è banale ma per loro invece è eccezionale: come la loro inguaribile voglia di vivere!

Tags: ,

Commenti

Commenti Commenti (2) |

2 Commenti »

  1. Franco Faranda scrive

    L’inguaribile voglia di vivere è spesso messa a dura prova dalle difficoltà quotidiane, dagli aiuti che la comunità politica continua a negare, dall’isolamento a cui spesso costringiamo l’intera famiglia che per muoversi, vivere, accudire, ha bisogno di somme ingenti oltre che di dedizione. Purtroppo la politica italiana le sta provando tutte. Ha provato a fare diventare “falsi” molti invalidi elevando la percentuale di invalidità per ottenere la pensione di invalidità. Ha sottoposto tanti invalidi a ulteriori visite di controllo, rimettendo in discussione i loro diritti, alla ricerca dei “falsi” invalidi. Abbiamo così visto tanti “falsi” invalidi arrivare in carrozzella, accompagnati dai loro genitori (… fin quando ci sono), stressati e umiliati – soprattutto umiliati nella loro dignità di persone – per essere nuovamente giudicati. Non so quanti falsi invalidi sono stati scovati, conosco però la tensione, le paure che questo controllo ha generato negli invalidi veri.
    Con quest’anno vengono praticamente azzerati, comunque significativamente ridotti, tutti i servizi sociali erogati dai comuni perché il fondo destinato agli invalidi è stato praticamente cancellato. Niente più assistenza familiare.
    Non si vuol capire che a parità di stipendio, una cosa è vivere una vita senza difficoltà motorie o deficit psichici e altra cosa avere in casa più persone in carrozzella da accudire e portare avanti perché queste persone si sentano e siano vive.
    Dico questo certo non per contestare la partecipazione dell’Onorevole Palmieri all’evento del club, ma per sottolineare che le politiche governative purtroppo stanno mettendo in difficoltà tante persone che erano riuscite a trovare un equilibrio grazie ai servizi che molti Comuni avevano attivi da anni e che non riescono più a fornire. Dicono che sia a causa dei tagli spaventosi operati dal Governo. Le chiedo è vero o è propaganda comunista?

    27 marzo 2011 | #

  2. anna maria baldocchi scrive

    Onorevole, si distingue in tutti i settori anche nella beneficenza e non è cosa da poco. Anch’io sono sensibile a tutto questo, avrei voluto essere presente. Se in seguito verrà organizzato un’altra cosa a cui posso partecipare Le sarei grata se volesse informarmi. Grazie.

    19 marzo 2011 | #

Per fare in modo che la conversazione sia utile e proficua, tutti i commenti saranno letti ma saranno pubblicati quelli che porteranno un contributo effettivo al tema proposto dal post.

Feed RSS di questi commenti. | TrackBack URI

Protected with SiteGuarding.com Antivirus
Continua

Questo sito Web utilizza i cookie. Continuando a utilizzare questo sito Web, si presta il proprio consenso all'utilizzo dei cookie.
Per maggiori informazioni sulle modalità di utilizzo e di gestione dei cookie, è possibile leggere l'informativa sui cookies.