Vai direttamente a:

Consegna firme appello Liberi di vivere

Antonio Palmieri

Scritto da Antonio Palmieri | 2 aprile 2009 | EVENTI NOTEVOLI
7 aprile 2009
09:00

Martedì prossimo, 7 aprile, consegneremo le firme raccolte con l’appello “Liberi di vivere” al segretario generale della presidenza della repubblica, il dottor Donato Marra.
Ho insistito perchè la consegna avvenisse direttamente al presidente Napolitano ma le regole del cerimoniale prevedono che sia il “numero due” della presidenza a ricevere questo tipo di sollecitazioni popolari.

Dunque martedì andrò in delegazione assieme a Mario Melazzini, presidente AISLA, Stefania, moglie di Cesare Scoccimarro, il cantante Ron, Massimo Pandolfi, autore dei libri “L’inguaribile voglia di vivere” e “Liberi di vivere”, edizioni ARES, Riccardo Caniato, responsabile della casa editrice ARES, Giorgio Gibertini, scrittore e direttore del CAV di Roma.

Consegneremo le 24.669 firme raccolte e chiederemo che nessun malato colpito da malattie invalidanti come la SLA sia lasciato solo dalle istituzioni, di qualsiasi livello.

Commenti

Commenti Commenti (2) |

2 Commenti »

  1. Gabbiano scrive

    nè il politico, nè il medico hanno la competenza per ANDARE CONTRO le vololontà del paziente, intendevo dire…

    2 aprile 2009 | #

  2. Gabbiano scrive

    da elettore del CDX, però io vorrei che pure la LIBERTA’ di decidere PER ME STESSO, venisse preservata. Ne ho scritto un post in proposito che spero abbia tempo di leggere… In questo sostengo che la “intangibilità della vita” è da parte degli “altri” verso il singolo…. e non che io mi veda costretto ad andare all’estero per poter usufruire ciò che in italia viene negato: il RISPETTO delle proprie volontà, che non spetta nè al politico, nè al medico.

    saluti

    2 aprile 2009 | #

Per fare in modo che la conversazione sia utile e proficua, tutti i commenti saranno letti ma saranno pubblicati quelli che porteranno un contributo effettivo al tema proposto dal post.

Feed RSS di questi commenti. | TrackBack URI

Tecnologia Solidale
Continua

Questo sito Web utilizza i cookie. Continuando a utilizzare questo sito Web, si presta il proprio consenso all'utilizzo dei cookie.
Per maggiori informazioni sulle modalità di utilizzo e di gestione dei cookie, è possibile leggere l'informativa sui cookies.