Vai direttamente a:

Web tv e PDL on line

Antonio Palmieri

Scritto da Antonio Palmieri | 19 novembre 2011 | Prima Pagina

Il Pdl investira’ ancora di piu’ su Internet. Non ci sara’ una web tv in senso tradizionale, ma verra’ potenziata la presenza del partito on line, animando il dibattito politico anche sulla grande rete. Attraverso un uso piu’ attento dei filmati.

Il primo passo, spiega il deputato azzurro Antonio Palmieri, responsabile nazionale internet del Pdl, sara’ la ”nuova versione del portale del Popolo della Liberta’, www.pdl.it, che sara’ on line entro i primi di dicembre. In queste settimane abbiamo potenziato il network on line di Silvio Berlusconi, www.forzasilvio.it, che puo’ contare su oltre 241mila persone registrate, e la pagina facebook del presidente, che raccoglie quasi 350mila fan”.

Il Cavaliere, raccontano, raccogliendo le forti sollecitazioni di Alfano (accanito frequentatore di twitter), avrebbe dato a Palmieri il mandato di aumentare la ‘potenza di fuoco’ sul web anche in vista delle prossime elezioni. Non a caso, da quando si e’ insediato il governo Monti, l’ex premier va ripetendo che in questi mesi preparera’ una campagna elettorale mai vista. Per inaugurare questa nuova fase sulla grande rete, spiega Palmieri, ”stiamo attrezzando lo spazio che era precedentemente occupato da Red Tv a palazzo Grazioli, circa 400 metri quadrati: un luogo fisico dal quale promuovere in modo ancora piu’ efficace una presenza virtuale utile a intervenire in modo piu’ incisivo sulla realta”’. ”Ieri sera, durante l’incontro a Montecitorio con i deputati, il presidente Berlusconi e il segretario Alfano – assicura Palmieri – hanno reso pubblico il progetto cui stiamo lavorando da tempo per potenziare in modo forte, continuativo e di qualita’ la nostra presenza on line”.

”Questo – precisa l’esponente pidiellino – non significa che faremo una web tv nel senso tradizionale del termine ma che un uso piu’ attento dei filmati fara’ parte della nostra azione in rete. La nuova fase vedra’ un forte investimento nella nostra capacita’ di ascolto e di risposta delle istanze che ci arriveranno dai nostri iscritti, dai simpatizzanti, dai cittadini e da quelle che emergeranno nei luoghi di dibattito on line. Intendiamo anche dare grande attenzione a quanto i giovani dicono in Rete e cercare di ‘intercettare’ i loro bisogni e le loro attese”.

”Essendo internet un luogo di rapporto e di relazione tra la persone -sottolinea- e’ evidente che si tratta di un lavoro che richiede grande attenzione, continuita’, costante applicazione, capacita’ di vero ascolto e di dare risposta nel minor tempo possibile. Il Pdl punta, in particolare, a valorizzare le centinaia di iniziative spontanee (blogger, pagine facebook, presenza su twitter e su youtube) animando il dibattito politico on line.
Assicura Palmieri: ”Coinvolgeremo in questa iniziativa tutti i parlamentari che vorranno farne parte, tutti gli eletti e gli iscritti, a partire dai nostri giovani, che sono gia’ attivi in internet”.

Agenzia Adnkronos, 18 novembre 2011

Commenti

Commenti Commenti (9) |

9 Commenti »

  1. VALERIA '52 scrive

    gentile on. Palmieri, vorrei sapere che posizione assumerà il pdl sull’emendamento contenuto nel Milleperoroghe, presentato dalla deputata pd Ghizzoni al Senato riguardante il pensionamento della scuola e i perseguitati del famigerato 1952! Spero che il mio partito non deluda ancora una volta la classe insegnante! Grazie

    26 gennaio 2012 | #

  2. Luciano Baroni scrive

    Ho partecipato al Focus ed ho votato l’opzione che chiede modifiche o il voto contrario.

    Le modifiche che chiedo sono : 1° la rivalutazione delle pensioni sino ad almeno 1500 euro lordi ; 2° la modifica sui 4 punti favorevoli alle Banche ed ai Banchieri perchè mi sembra sbagliato far loro guadagnare ancora con i guai che ci hanno portato ( a prescindere dalle cavolate fatte dai Governi sul DP ).

    NO alla tracciabilità sotto ai 2500 euro, SI’ alla introduzione dello scarico IVA per ogni contribuente che porta all’obbligo della Fattura Fiscale per tutti.

    6 dicembre 2011 | #

  3. Luciano Baroni scrive

    Dopo “sono state”: Professore, come sta ? E’ stanco ? E’ contento ?

    6 dicembre 2011 | #

  4. Luciano Baroni scrive

    Qualche Domanda al Prof

    di Franco Bechis

    Mario Monti si è concesso a più conferenze stampa in queste due settimane e più da quando è diventato Presidente del Consiglio.
    Il professore non fugge le domande, e spesso cerca il rapporto con i giornalisti, come faceva quando era commissario della UE.
    Non è mancato a lui, sono però mancate le domande.
    Perchè con quella piaggeria che spesso la stampa ha nei confronti di nuovi potenti, a ogni conferenza le richieste più pungenti sono state : <> e giù di lì.

    Terminato l’ultimo Ecofin la scorsa settimana si è raggiunto l’apice ….

    ***Continua nel link

    http://linkati2lu.files.wordpress.com/2011/12/11.pdf

    Buona giornata.

    p.s. E se la votate senza le modifiche all’iniquità, cavoli vostri.

    6 dicembre 2011 | #

  5. Luciano Baroni scrive

    Caro Antonio, dal momento che non hai scritto altro, metto qui ciò che ho mandato a Sallusti.

    =====================

    Caro Direttore, Le faccio una domanda ed un commento :

    Ma vi è equità a bloccare per almeno 2 anni la rivalutazione delle Pensioni sopra la cifra LORDA di 960 euro ?

    E se quella cifra percepita non è accompagnata da un “tesoretto” mobile o immobile come una qualche proprietà immobiliare, sarebbe stato più iniquo tassare i redditi sopra i 75mila euro al posto della rivalutazione che TUTTI sappiamo NON essere un effettivo recupero dell’Inflazione ?

    Per come abbiamo visto nel tempo, è sempre diventato più chiaro che i voti del cdx non sono proprio tutti di “ricchi”, basta ricordare la quantità degli stessi che partecipavano al voto delle “primarie” del csx e di tutta la pletora maggioritaria tra “artisti” di ogni genere per rendersene conto, allora una domanda è d’obbligo : ma davvero Silvio Berlusconi ed Angelino Alfano hanno fatto i conti di quanti elettori perderanno da questo tipo di interventi del Governo “tecnico” e di quanti ne perderanno ancora di più domani se voteranno a favore ?

    Buon lavoro e buona giornata.

    p.s. Non so il costo, ma certamente si poteva “tagliare qualcosa di più” per trovare la copertura, ad esempio avere il coraggio di decidere che le Provincie venivano abolite e non quella finta decisione che le mantiene.

    5 dicembre 2011 | #

  6. anna maria baldocchi scrive

    Alla prova dei fatti, avevamo visto lontano uandosi è costituita la dittatura dei podentati finanziari. L’attuale dittatore viola continuamente i dettami costituzionali e, per l’urgenza del paese, fa slittare i provvedimenti (che devono essere celati) ma approva subito i decreti su Roma capitale (che sono urgenti per la crisi economica) e neanche riceve le parti sociali che sono per lui un peso…. pensa ai cittadini…. lui e tutta la cricca che si porta dietro. Qualcuno ha ricordato che: “Mai mettere un leone con le spalle al muro perchè questo per salvarsi non potrà far altro che saltarti addosso”.

    1 dicembre 2011 | #

  7. anna maria baldocchi scrive

    Da come si evince dallo scenario politico venutosi a creare dopo la dittatura mercatocratica di un banchiere come Monti, possiamo inferire che essa sta perdendo credibilità da parte dei partiti sottostanti: – PD caso Fassina, caso Fiat – PDL cittadinanza facile – IDV, SEAL, LEGA elezioni anticipate – UDC caso Enav. Da ciò si evince che il governo Monti è un governo di sole tasse a scapito delle classi più deboli. Come dittatura ha imposto: – aumento sostanziale delle rendite catastali – ICI sulla prima casa – colpire i mutui – favorire gli immigrati anche illegali , cittadinanza facile. Dittatura mercatocratica mai voluta

    25 novembre 2011 | #

  8. Francesco Dicorato scrive

    Iniziativa lodevole e ancor di più se conterrà anche la possibilità di interagire con le singole sezioni sul territorio onde poter assumere informazioni sia sulle iniziative politiche che poter dare un contributo fattivo ai rappresentanti istituzionali.

    20 novembre 2011 | #

  9. anna maria baldocchi scrive

    Senza dubbio è una cosa positiva anche in previsione delle prossime elezioni ed io vorrei rendermi utile a questa bellissima iniziativa.

    19 novembre 2011 | #

Per fare in modo che la conversazione sia utile e proficua, tutti i commenti saranno letti ma saranno pubblicati quelli che porteranno un contributo effettivo al tema proposto dal post.

Feed RSS di questi commenti. | TrackBack URI

Tecnologia Solidale
Continua

Questo sito Web utilizza i cookie. Continuando a utilizzare questo sito Web, si presta il proprio consenso all'utilizzo dei cookie.
Per maggiori informazioni sulle modalità di utilizzo e di gestione dei cookie, è possibile leggere l'informativa sui cookies.