Vai direttamente a:

Reincarico in 72 ore?

Antonio Palmieri

Scritto da Antonio Palmieri | 9 dicembre 2010 | Prima Pagina
Domanda: come possono i futuristi, rigorosi custodi del rispetto delle regole, della Costituzione e delle prerogative del Capo dello Stato in caso di crisi di governo, garantire il reincarico in 72 ore al premier se si dimettesse?

Commenti

Commenti Commenti (4) |

4 Commenti »

  1. aurim scrive

    I ribaltonisti del Fli che non terrei nemmeno in considerazione come parti to in quanto nato fuori posto e generato dal Piddielle, la devono piantare a dire la loro in quanto dovrebbero essere talmente rossi dalla vergogna da non poter proferire neanche una parola. Per non parlare del tradimento
    che hanno fatto a noi elettori. 72 ore sembra un titolo di un film ma non facciamo ancora di più i ridicoli.

    12 dicembre 2010 | #

  2. Giovanni La Mantia scrive

    Non c’è dubbio che innanzitutto Fini si debba dimettere per evidente scandalosa incompatibilità funzionale. Berlusconi come capo del governo vigente, soltanto in caso di sfiducia parlamentare dovrà presentare le dimissioni nelle mani del Capo dello Stato e in nessun altro posto. Il Capo dello Stato potrà accettarle e aprire la crisi oppure suggerire a Berlusconi di trovare in parlamento una diversa maggioranza per un rimpasto dell’attuale governo.

    11 dicembre 2010 | #

  3. flaminio cozzaglio scrive

    CE NE FREGHIAMO

    Il nostro Verdini viene beccato a dire , del Presidente della Repubblica ce ne freghiamo , e la cagnara rossa ammaestrata da Repubblica tira fuori i soliti bandieroni , fascista , violatore delle Istituzioni , ecco il Pdl , è la faccia scoperta di B .
    Un Bocchino spiega a B e a noi , si dimetta e gli ridiamo l’incarico , con le ovvie correzioni . La cagnara rossa ammaestrata da Repubblica non si accorge che l’incarico lo dà il Presidente della Repubblica , non il Bocchino di Fini . Per il vero , non se ne accorge nemmeno il Presidente Napolitano , che sussurra , è un momento difficile . Bisogna capirlo . Mediterà anche lui su Repubblica , quella di Scalfari , non di Platone .
    Impegnato a stendere le prediche adatte nei momenti adatti alle persone adatte , quelle che riguardano tutti ma nominano nessuno , non si accorge che da mesi l’Istituzione Presidente della Camera , garante di tutti i deputati , usa la sua Istituzione per farsi un nuovo partito .
    Sono fotografie elementari , eppure noi di destra subiamo tutto senza reagire .

    Cremona 10 12 2010 http://www.flaminiocozzaglio.info

    10 dicembre 2010 | #

  4. anna maria baldocchi scrive

    Non è cosa da credere. Berlusconi non si deve dimettere. Domenica prossima facciamo una grande manifestazione a Roma, poi vediamo. I traditori non devono avere il sopravvento.

    9 dicembre 2010 | #

Per fare in modo che la conversazione sia utile e proficua, tutti i commenti saranno letti ma saranno pubblicati quelli che porteranno un contributo effettivo al tema proposto dal post.

Feed RSS di questi commenti. | TrackBack URI

Protected with SiteGuarding.com Antivirus
Continua

Questo sito Web utilizza i cookie. Continuando a utilizzare questo sito Web, si presta il proprio consenso all'utilizzo dei cookie.
Per maggiori informazioni sulle modalità di utilizzo e di gestione dei cookie, è possibile leggere l'informativa sui cookies.