Vai direttamente a:

Lavora, lavora…

Antonio Palmieri

Scritto da Antonio Palmieri | 30 luglio 2008 | Prima Pagina

Sono giorni davvero frenetici, tra l’attività parlamentare e quella più prettamente politica, con tanti progetti cui sto lavorando e alcuni, come www.governoberlusconi.it, già in essere e dunque da alimentare…e con tante “piccole” ma importanti per la qualità e quantità di lavoro che richiedono, come, per esempio, l’intervista a Punto informatico o la presenza di lunedì a Fiuggi per il Family Festival…

Commenti

Commenti Commenti (4) |

4 Commenti »

  1. armando nigiotti scrive

    Si sono completamente d’accordo con quanto suggerisce il sig. andrea cevasco, bisogna anticipare e migliorare la comunicazione con gli elettori, sopratutto non stancarsi di pubblicizzare i provvedimenti che questo governo attua, un esempio è questo( mi sembra ho già fatto presente da tempo sul sito elezioni 2008…………..etc.etc.), e proprio oggi ho avuto l’esatta situazione di come in Europa è percepito il fenomeno caso del Presidente Berlusconi, ero con un cittadino Irlandese, il quale entrando sull’argomento del giorno, e cioè “””come va
    con Berlusconi ?????????”””comprende con un sorrisino sarcastico, che a me che conosco per mia lunga esperienza la mentalità si questi”europei infinocchiati dai media sinistrorsi nazionali e stranieroi”, ho risposto semplicemente così “””ACCORREREBBE CHE IN ITALIA INVECE DI UN SOLO BERLUSCONI, CE NE VORREBBERO UNO PER OGNI PROVINCIA:::::::::ETC.ETC., OGGI SAREMMO I PRIMI IN EUROPA, CAPITO???????????????Quando questi europei siano olandesi, belgi, danesi o redeschi, mi fanno queste domande io divento una…….belva, ed allora apro le cateratte della diga e rispondo così: “””VOI NON AVETE AVUTO; PER VOSTRA FORTUNA, Ne’ TOGLIATTI, NE’ LONGO, NE’ I FRATELLI PAJETTI, NE’ SECCHIA, E I CATTO-COMUNISTI CHE SONO PEGGIORI DI QUELLI ATEI!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!.
    PUNTO E BASTA, altrimenti vi posso annoiare troppo, specialmente in
    periodo feriale!.
    Cordiali saluti
    Armando

    4 agosto 2008 | #

  2. armando nigiotti scrive

    Si sono completamente d’accordo con quanto suggerisce il sig. andrea cevasco, bisogna anticipare e migliorare la comunicazione con gli elettori, sopratutto non stancarsi di pubblicizzare i provvedimenti che questo governo attua, un esempio è questo( mi sembra ho già fatto presente da tempo sul sito elezioni 2008…………..etc.etc.), e proprio oggi ho avuto l’esatta situazione di come in Europa è percepito il fenomeno caso del Presidente Berlusconi, ero con un cittadino Irlandese, il quale entrando sull’argomento del giorno, e cioè “””come va
    con Berlusconi ?????????”””comprende con un sorrisino sarcastico, che a me che conosco per mia lunga esperienza la mentalità si questi”europei infinocchiati dai media sinistrorsi nazionali e stranieroi”, ho risposto semplicemente così “””ACCORREREBBE CHE IN ITALIA INVECE DI UN SOLO BERLUSCONI, CE NE VORREBBERO UNO PER OGNI PROVINCIA:::::::::ETC.ETC., OGGI SAREMMO I PRIMI IN EUROPA, CAPITO???????????????Quando questi europei siano olandesi, belgi, danesi o redeschi, mi fanno queste domande io divento una…….belva, ed allora apro le cateratte della diga e rispondo così: “””VOI NON AVETE AVUTO; PER VOSTRA FORTUNA, Ne’ TOGLIATTI, NE’ LONGO, NE’ I FRATELLI PAJETTI, NE’ SECCHIA, E I CATTO-COMUNISTI CHE SONO PEGGIORI DI QUELLI ATEI!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!.
    PUNTO E BASTA, altrimenti vi posso annoiare troppo, specialmente in
    periodo feriale!.
    Cordiali saluti
    Armando

    4 agosto 2008 | #

  3. armando nigiotti scrive

    Si sono completamente d’accordo con quanto suggerisce il sig. andrea cevasco, bisogna anticipare e migliorare la comunicazione con gli elettori, sopratutto non stancarsi di pubblicizzare i provvedimenti che questo governo attua, un esempio è questo( mi sembra ho già fatto presente da tempo sul sito elezioni 2008…………..etc.etc.), e proprio oggi ho avuto l’esatta situazione di come in Europa è percepito il fenomeno caso del Presidente Berlusconi, ero con un cittadino Irlandese, il quale entrando sull’argomento del giorno, e cioè “””come va
    con Berlusconi ?????????”””comprende con un sorrisino sarcastico, che a me che conosco per mia lunga esperienza la mentalità si questi”europei infinocchiati dai media sinistrorsi nazionali e stranieroi”, ho risposto semplicemente così “””ACCORREREBBE CHE IN ITALIA INVECE DI UN SOLO BERLUSCONI, CE NE VORREBBERO UNO PER OGNI PROVINCIA:::::::::ETC.ETC., OGGI SAREMMO I PRIMI IN EUROPA, CAPITO???????????????Quando questi europei siano olandesi, belgi, danesi o redeschi, mi fanno queste domande io divento una…….belva, ed allora apro le cateratte della diga e rispondo così: “””VOI NON AVETE AVUTO; PER VOSTRA FORTUNA, Ne’ TOGLIATTI, NE’ LONGO, NE’ I FRATELLI PAJETTI, NE’ SECCHIA, E I CATTO-COMUNISTI CHE SONO PEGGIORI DI QUELLI ATEI!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!.
    PUNTO E BASTA, altrimenti vi posso annoiare troppo, specialmente in
    periodo feriale!.
    Cordiali saluti
    Armando

    4 agosto 2008 | #

  4. Andrea Cevasco scrive

    Ho letto con piacere l’ntervista da Lei rilasciata a punto informatico. Complimentandomi per l’attività svolta vorrei però portarle un contributo: in America Barack Obama ha schiantato letteralmente Hilarj Clinton come accessi e come penetrazione anche mediante il suo sito Internet, che grazie alla grafica ed altro è stato un veicolo importantissimo nel sucesso ottenuto. Quando pensa che ciò possa accadere anche in Italia??? Il fenomeno Barack Obama dovrebbe esere analizzato più profondamente e utilizzato a servizio del nostro presidente e della nostra coalizione di governo. http://www.andreacevasco.com

    2 agosto 2008 | #

Per fare in modo che la conversazione sia utile e proficua, tutti i commenti saranno letti ma saranno pubblicati quelli che porteranno un contributo effettivo al tema proposto dal post.

Feed RSS di questi commenti. | TrackBack URI

Protected with SiteGuarding.com Antivirus
Continua

Questo sito Web utilizza i cookie. Continuando a utilizzare questo sito Web, si presta il proprio consenso all'utilizzo dei cookie.
Per maggiori informazioni sulle modalità di utilizzo e di gestione dei cookie, è possibile leggere l'informativa sui cookies.