Vai direttamente a:

Italia.it. La versione beta è on line

Antonio Palmieri

Scritto da Antonio Palmieri | 18 luglio 2009 | Prima Pagina

Forse questa volta ci siamo. Da ieri è on line il portale italiano del turismo. Da quando se ne parla, da cinque anni a questa parte, lo considero una grande opera virtuale, importante per valorizzare un pezzo importante e non delocalizzabile dell’economia (e della cultura) del nostro davvero Bel Paese.
Questa beta version a prima vista mi sembra non male. Ovviamente c’è ancora molto da lavorare ma credo che ne siano ben consapevoli coloro i quali ne hanno la responsabilità….e allora, forza, Italia.it!

Commenti

Commenti Commenti (4) |

4 Commenti »

  1. Luciano Baroni scrive

    Bene, bravo, bis : sbanalizzare è utile.

    Ieri leggevo un’intervista della Brambilla su Il Giornale, in cui parlava anche del sito e mi pare ci siano delle novità in arrivo.

    Lentamente ?
    Meglio così, si può errare di meno e spendere anche centinaia di migliaia di euro in meno di quanto “qualcuno aveva fatto nel passato” : remember ?

    Saluti.

    28 luglio 2009 | #

  2. franco scrive

    Purtroppo non conosco il blog di Grillo né quello di Travaglio e perciò non so se sono quelli i miei inconsci modelli di riferimento.
    Noto semplicemente che ci sono delle difformità tra Regione e Regione. Ad esempio molte notizie di monumenti nelle 16 righe del Molise e tutto dedicato ai parchi l’Abruzzo. Le 16 righe del Molise potrebbero diventare interessanti se cliccando sui singoli monumenti ci fossero delle foto. Per l’Abruzzo, capisco la scelta “naturalistica” , ma è limitante tacere dell’arte distribuita per i tanti centri della Regione.
    I vari siti di richiamo in fondo ad ogni presentazione di Regione mancano di coordinamento e si capisce che sono stati pensati singolarmente senza una regia. Si trovano comunque buone informazioni sull’attualità turistica – dalle “feste” alla ricettività – e scarse informazioni sulle singole città che potrebbero essere approfondite immaginando una guida on line che ricordasse quelle del TCI.
    Quanto alle “idee di viaggio” sarebbe forse arrivato il momento per proporre itinerari alternativi invece che rimarcare le attività della biennale di Venezia, l’arena di Verona, la scala di Milano.
    In questo senso parlavo di banalità. In un sito che “propone” il Paese Italia mi aspetterei di trovare maggiore attenzione a ciò che non è noto, ma che riveste grande rilevanza, senza per questo tralasciare l’arena di Verona o la Biennale di Venezia. Ma sono mete note e che hanno ben altri canali di comunicazione per farsi conoscere.
    Comunque non voglio certo denigrare un lavoro che si sta impostando. Mi era stata offerta l’occasione di esprimere una riflessione e l’avevo fatto senza articolare, sintetizzando però, in una parola, l’impressione ricevuta guardando per la prima volta il sito.

    27 luglio 2009 | #

  3. Luciano Baroni scrive

    Se per “banale” si intende che non è il Blog del Grillo, nè quello “non ufficiale di Travaglio”, sì, è banale.

    Ma ha un compito “leggermente diverso” dagli altri 2.

    Buonanotte.

    p.s. Però si può sempre “sbanalizzare” : sempre che ci siano i “maestrini” che fanno proposte e non solo critiche risibili, allo stato.

    21 luglio 2009 | #

  4. franco scrive

    Mi scusi. A me sembra semplicemente banale.

    18 luglio 2009 | #

Per fare in modo che la conversazione sia utile e proficua, tutti i commenti saranno letti ma saranno pubblicati quelli che porteranno un contributo effettivo al tema proposto dal post.

Feed RSS di questi commenti. | TrackBack URI

Protected with SiteGuarding.com Antivirus
Continua

Questo sito Web utilizza i cookie. Continuando a utilizzare questo sito Web, si presta il proprio consenso all'utilizzo dei cookie.
Per maggiori informazioni sulle modalità di utilizzo e di gestione dei cookie, è possibile leggere l'informativa sui cookies.