Vai direttamente a:

Ho aderito a “Un libro per amico”. Vuoi farlo anche tu?

Antonio Palmieri

Scritto da Antonio Palmieri | 21 ottobre 2010 | Prima Pagina

Ho aderito con entusiasmo all’iniziativa “Un libro per amico”,  promossa a favore dei detenuti di San Vittore dalla casa editrice Ares.

Si tratta in sostanza di regalare ai carcerati di San Vittore uno o più volumi presenti nel catalogo delle Edizioni Ares, con lo sconto del 50% sul prezzo di copertina.

L’iniziativa nasce dal preesistente progetto «SOPHIA», un percorso di formazione culturale su tematiche esistenziali fondamentali, per i detenuti del Carcere di Milano.

Dopo quattro anni si è formato un gruppo di carcerati che ha chiesto di dare continuità alla formazione oltre i tempi ristretti della lezione, potendo approfondire anche in altri modi gli argomenti e le problematiche affrontate. «UN LIBRO PER AMICO» è una prima, concreta risposta a questa richiesta dei detenuti.

So bene che le problematiche delle carceri sono molto più grandi. Questa iniziativa è però un piccolo gesto concreto che aiuta a recuperare il ruolo della pena in carcere come momento di rieducazione. Vi ho aderito con gioia. Vuoi farlo anche tu?

Commenti

Commenti Commenti (4) |

4 Commenti »

  1. anna maria baldocchi scrive

    Aderisco con vero piacere a questa iniziativa e La ringrazio perchè è una persona squisita sempre pronta ad intraprendere opere per aiutare il prossimo.

    27 ottobre 2010 | #

  2. Alessandro scrive

    Antonio condivido e sottoscrivo con piacere questa iniziativa, credo che per chi in questo momento non sia libero di scegliere, il modo migliore per sentirsi vivo sia propio leggere e continuare a conoscere , esplorare e songnare attraverso una buona lettura. Ciao Alessandro

    24 ottobre 2010 | #

  3. nicola scrive

    Lasciando stare i soliti discorsi qualunquistici del tipo “se la sono cercata, nessuno li ha obbligati a delinquere ecc., penso che la cosa più dura per i detenuti sia come impiegare il tempo, ed il sapere che all’esterno qualcuno li considera per quello che sono, Uomini e Donne, possa servire a farli perlomeno riflettere e, magari cambiare, chissà, a me piace vedere il lato bello delle cose, percui aderirò con piacere a questa lodevole iniziativa.

    22 ottobre 2010 | #

  4. Julia scrive

    Lodevole l’iniziativa delle Edizioni Ares. Ma non potrebbe essere utile anche chiedere un contributo di “Libri” che le persone vorrebbero regalare dalla proprio biblioteca a qualche organizzazione (carceri incluse)?
    Mi è già stato richiesto tanti anni fa di donare dei libri in inglese al Carcere di San Vittore che ho fatto con grande piacere.

    22 ottobre 2010 | #

Per fare in modo che la conversazione sia utile e proficua, tutti i commenti saranno letti ma saranno pubblicati quelli che porteranno un contributo effettivo al tema proposto dal post.

Feed RSS di questi commenti. | TrackBack URI

Protected with SiteGuarding.com Antivirus
Continua

Questo sito Web utilizza i cookie. Continuando a utilizzare questo sito Web, si presta il proprio consenso all'utilizzo dei cookie.
Per maggiori informazioni sulle modalità di utilizzo e di gestione dei cookie, è possibile leggere l'informativa sui cookies.