Vai direttamente a:

Giorni caldi

Antonio Palmieri

Scritto da Antonio Palmieri | 10 luglio 2008 | Prima Pagina

Sto vivendo settimane e giorni davvero impegnativi. Aula e commissione a Roma si succedono con ritmi serrati e lo stesso avviene per il mio lavoro per la comunicazione azzurra, on line e non solo
La settimana prossima lancerò una nuova iniziativa on line focalizzata a comunciare l’azione di governo, che si affiancherà a quelle indicate dal premier venerdì scorso, durante la conferenza stampa al termine del consiglio dei ministri.
Sia i lavori parlamentari che ovviamente le iniziative di comunicazione richiedono tempo e impegno e le ore sono sempre quelle. Per questo mi scuso se non riesco a rispondere tempestivamente come vorrei a tutte le e-mail e se anche l’aggiornamento del sito va a rilento…

Commenti

Commenti Commenti (1) |

1 Commento »

  1. aurim scrive

    Caro Antonio, non credo che si possa mettere in dubbio la grande mole di lavoro che in questi primi mesi di governo la maggioranza spinta dal Cavaliere è sottoposta. Lui è per il fare e lo sappiamo ma a causa delle “riforme” sulla giustizia, il blocca processi e i lodi non si parla di altro. Ossia l’opposizione amplificata dai mass media non parla d’altro e tutti i suoi inviati da Sansonetti, invitato a tutti salotti anche quello del mio condominio, a Polito e ad altri più o meno seri o seriosi come per esempio Giannini oppure Dalla Chiesa non trovano altri argomenti di cui sparlare, pensa non parlano più nemmeno dell’immondizia a Napoli. Però di quello che è successo alla manifestazione di Di Pietro tutti sono d’accordo a scansarsi dagli eccessi ma sempre con garbo. Per il “povero” Cavaliere, nessuna scusa, fa lavorare tutto il Parlamento solo per lui. Ma detto tra noi hanno proprio torto? Certo noi lo difendiamo a pada tratta
    però sai che soddisfazione a farsi processare una sola volta in pubblico
    anzi in TV tutte le udienze e poi risultare innocente. Loro direbbero che bisogna aspettare i tre gradi di giudizio prima di gioire, e l’attesa , di quanti anni sarebbe? E gliela famo a aspettà? E nel frattempo? Sai che palle. No, si deve combattere fino all’ultimo fa bene Silvio, auguri. Però sarebbe bene che la maggioranza attraverso i mezzi che ha reclamiz zasse al massimo quanto sta facendo non dando a nessuno. Ciao

    13 luglio 2008 | #

Per fare in modo che la conversazione sia utile e proficua, tutti i commenti saranno letti ma saranno pubblicati quelli che porteranno un contributo effettivo al tema proposto dal post.

Feed RSS di questi commenti. | TrackBack URI

Tecnologia Solidale
Continua

Questo sito Web utilizza i cookie. Continuando a utilizzare questo sito Web, si presta il proprio consenso all'utilizzo dei cookie.
Per maggiori informazioni sulle modalità di utilizzo e di gestione dei cookie, è possibile leggere l'informativa sui cookies.