Vai direttamente a:

FLI

Antonio Palmieri

Scritto da Antonio Palmieri | 18 febbraio 2011 | Prima Pagina

La bolla speculativa politica di FLI si sta sgonfiando.
Resta il solito doppiopesismo: se un parlamentare eletto con Berlusconi lo lascia è un campione della democrazia. Se torna indietro è un corrotto…

Commenti

Commenti Commenti (20) |

20 Commenti »

  1. anna maria baldocchi scrive

    Un pilastro di cemento in cui nascondere tutto: dalla sanatoria alla casa di Montecarlo agli accordi palesi con le opposizioni antidemocratiche del Paese. Fini dovrà capire che non sarà mai il capo del governo e nemmeno dello stato e dovrà anche
    capire che tutti sappiamo delle sue macagne archiviate.

    18 aprile 2011 | #

  2. anna maria baldocchi scrive

    Data la geniale interpretazione di I. Bocchino possiamo asserire che FLI non prendera’ voti ostativi per la maggioranza e a conferma di quanto sostiene Bocchino faccio presente che il partito che doveva battere PDL e Lega, ha ulteriormente sfaldature in seno a tre capigruppo (Campania, Roma,Salerno) a neanche un mese dalle elezioni provinciali. Vorrei dire che la realtà politica di FLI è allo sballo… non se ne fosse ancora accorto.

    9 aprile 2011 | #

  3. anna maria baldocchi scrive

    La vicenda della casa di Montecarlo e la sua archiviazione denota come ci sia organicità tra FLI e il “partito dei magistrati comunisti”. Il disonorevole Fini si denota come organico alla sinistra anche se politicamente nasce e si evolve a destra, poi sta anche al centro. Chi lo capisce è bravo!

    15 marzo 2011 | #

  4. anna maria baldocchi scrive

    Il traditore Fini non crede che i magistrati abbiano troppo potere… sopratutto dopo le ladrate tipo appartamento di Montecarlo che doveva finire sotto processo. Alle prossime elezioni lui e Bocchino verranno spazzati via!

    13 marzo 2011 | #

  5. anna maria baldocchi scrive

    Mi fa molto piacere leggere che Fini affonda, lo lascia anche la Cosenza ora PDL per motivi politici e personali. Cantava Modugno: “Siamo rimasti in tre, tre somari e tre briganti, solo in tre.”

    10 marzo 2011 | #

  6. anna maria baldocchi scrive

    Storicamente un militante nato nel PNF che incarna i valori della destra non può repentinamente diventare militante DC o peggio ancora PCI. Va contro i principi storici del partito in cui è nato politicamente, esteriorizzando valori antitetici a quelli che il partito di appartenza incarna. Fini è un traditore di se stesso e dei suoi valori.

    9 marzo 2011 | #

  7. emilio scrive

    E’ incredibile come Fini possa pensare di fondare una Destra più pulita di quella già esistente e già ben rappresentata da Berlusconi, Verdini,Gasparri, Bondi, Capezzone e tanti altri. Dove pensa di andare??

    Con che coraggio ha abbandonato simile compagnia ??

    Per non parlare dello scandalo incredibile di Montecarlo.

    Sono poi d’accordo con Anna Maria Baldocchi : subito la riforma per la giustizia, è il Paese che la chiede.

    Anzi, la pretende! Diciamocelo.

    5 marzo 2011 | #

  8. anna maria baldocchi scrive

    La vicenda di Montecarlo non è ancora chiusa, non è ancora deciso di archiviarla. Fini resta indagato per truffa eppure non si dimette e non rispetta un impegno preso quando annunciò che lo avrebbe fatto se dimostrato che la casa a Montecarlo era di proprietà di suo cognato. Il giornali come Corriere, Repubblica e il Fatto non danno la notizia del loro amico Fini.

    2 marzo 2011 | #

  9. anna maria baldocchi scrive

    Fini ora deve andarsene, con l’attacco in aula al Governo ha passato ogni limite.

    27 febbraio 2011 | #

  10. anna maria baldocchi scrive

    La gente non vuol più sentire parlare del caso Ruby, non si può e non si deve frantumare la vita privata delle persone per vendere giornali dovrebbe anche essere una forma di civiltà. Basta anche parlare di intercettazioni che si possono manipolare, trascrivere ed imitare e non potranno mai essere prove per le accuse. Quello che veramente vogliono sapere sono le riforme e penso che, a questo punto, possiamo farle.

    26 febbraio 2011 | #

  11. anna maria baldocchi scrive

    E’ finito il sogno di Fini di indebolire Berlusconi. La fiducia con ampia maggioranza ci conferma di andare avanti e di poter fare le riforme.

    25 febbraio 2011 | #

  12. anna maria baldocchi scrive

    Lo stesso Fini ha dovuto ammettere di prendere atto che il Governo ha la maggioranza e che Berlusconi non ha intenzione di restituire la parola al popolo sovrano.

    24 febbraio 2011 | #

  13. anna maria baldocchi scrive

    Lasciano Fini semplicemente perchè non credono più nel gruppo politico di Futuro e Libertà, gli accordi con la sinistra per abbattere Berlusconi sono diventati inaccettabili.

    22 febbraio 2011 | #

  14. anna maria baldocchi scrive

    Ho letto che domani altri 7 se ne vanno dal FLI , potrebbero rimanere in 3 ed ora hanno il terrore che tocchi anche alla camera. Mi chiedo se il “partito” di Fini ha ancora un senso…

    21 febbraio 2011 | #

  15. anna maria baldocchi scrive

    Ho scritto anche su Forza Silvio di fare subito la riforma della giustizia, è indispensabile date le circostanze. Non posso e non voglio pensare che potrebbero riuscire a eliminare Berlusconi.

    20 febbraio 2011 | #

  16. Fort scrive

    Troppo pericolosa, Onorevole, questa magistratura non eletta ma con bramosie di condizionare gli eletti!
    La riforma della Giustizia subito! Inderogabile! A tutti i costi!
    Immunità parlamentare durante il mandato elettorale.

    20 febbraio 2011 | #

  17. anna maria baldocchi scrive

    Così, finalmente, siamo riusciti ad avere una maggioranza stabile, possiamo fare le riforme: i giudici che commettono errori devono pagare, devono essere regolarizzate le intercettazioni telefoniche in difesa della privacy ecc. Possiamo continuare quella strada intrapresa dall’inizio della legislatura che ci ha onorati.

    19 febbraio 2011 | #

  18. aurim scrive

    A proposito del tradimento, traditori etc. quest’ultimi quando sono apparsi o appaiono in TV unitamente a qualche giornalista non fanno altro che dire che nel PdL manca la democrazia, che è come una caserma, che nessuno può dire la sua perchè rischia l’espulsione. Mi piacerrebbe sapere da fonte sicura se è vero. Per il cambio di casacca ho sempre pensato che i Parlamentari debbono restare in seno alle coalizioni nelle quali sono stati eletti, chi non è più d’accordo non potrà cambiare schieramento e se esce non potrà andare al gruppo misto (da eliminare) e via a casa, sotto un altro. Altroche : formo un nuovo movimento, creo un nuovo partito “ma de che” Fini e i suoi sono stati eletti dai voti espressi per il PdL e li dovevano restare fini alla fine della legislatura e poi…..

    19 febbraio 2011 | #

  19. anna maria baldocchi scrive

    Fini ha formato il FLI per vendicarsi di Berlusconi pur sapendo che è proprio grazie a lui che ricopre la terza carica dello Stato. Ha ringraziato pugnalando alle spalle ed ora è giusto che raccolga i suoi frutti che non possono essere che amari. Alcuni parlamentari che avevano deciso di seguirlo, avendo visto che venivano condotti in un’altra direzione, giustamente lo hanno abbandonato ritornando con Berlusconi. E’ vergognoso che vengano considerati dei corrotti, mentre quando hanno lasciato Berlusconio sono stati campioni della democrazia.

    18 febbraio 2011 | #

  20. lino scrive

    a fini & c. una bella vacanza monegasca farebbe proprio bene oltretutto è a costo zero.

    18 febbraio 2011 | #

Per fare in modo che la conversazione sia utile e proficua, tutti i commenti saranno letti ma saranno pubblicati quelli che porteranno un contributo effettivo al tema proposto dal post.

Feed RSS di questi commenti. | TrackBack URI

Tecnologia Solidale
Continua

Questo sito Web utilizza i cookie. Continuando a utilizzare questo sito Web, si presta il proprio consenso all'utilizzo dei cookie.
Per maggiori informazioni sulle modalità di utilizzo e di gestione dei cookie, è possibile leggere l'informativa sui cookies.