Vai direttamente a:

Dopo il lodo, organizziamoci…

Antonio Palmieri

Scritto da Antonio Palmieri | 8 ottobre 2009 | Prima Pagina

La decisione con la quale la Corte Costituzionale ha contraddetto se stessa pur di eliminare il Lodo Alfano e’ l’ultimo atto del forsennato attacco contro Berlusconi in atto da quasi sei mesi: gossip, escort, intercettazioni, indagini, foto rubate, la campagna denigratoria sui media nazionali, internazionali e al Parlamento europeo, la sentenza civile per 750 milioni contro Fininvest.

L’Italia e’ l’unica democrazia dell’Occidente nella quale dopo che il popolo ha scelto chi deve governare, gli sconfitti, anzichè svolgere il ruolo che spetta all’opposizione in Parlamento e nel Paese e prepararsi a vincere alle successive elezioni, tramano per impedire al governo di governare e per rovesciare con ogni mezzo il verdetto delle urne, incuranti della volonta’ popolare.

Se anche tu, con Berlusconi e con tutti noi, vuoi impedire che costoro l’abbiano vinta fai entrare oggi stesso almeno quattro amici in Forzasilvio.it.

E’ un atto semplice ma molto utile. I nostri avversari sono organizzatissimi, come ha ricordato ieri sera il premier. Lo dobbiamo essere anche noi e questo nostro network e’ lo strumento migliore che abbiamo per organizzarci e mobilitarci in breve tempo, per qualsiasi iniziativa si renda necessaria.

Commenti

Commenti Commenti (16) |

16 Commenti »

  1. gianni scrive

    visto che anche berlusconi non ci riesce nel farci derubare e si continua con lo sperpero ai danni di noi lombardi che abbiamo sempre e stiamo ancora lavorando come dei pazzi , alle prossime votazioni voteremo la lega. NB e siamo in tanti che la pensono cosi saluti

    30 ottobre 2009 | #

  2. laura scrive

    Nulla ci stupisce più, e non dovrebbe stupire neppure il Presidente e chi con lui collabora. Noi cittadini possiamo solo far guadagnare di più le farmacie acquistando prodotti anti-nausea. Il nostro Presidente è l’unico uomo capace di far avanzare l’Italia e deve solo continuare a lavorare , tappandosi spesso il naso e possibilmente non lasciandosi andare a fare commenti che vengono manipolati e utilizzati contro la sua persona e la sua politica. In Bocca al lupo al Presidente ed al suo team

    18 ottobre 2009 | #

  3. Umberto scrive

    Problema veramente serio quello della Giustizia italiana. Guai a tutti noi se ancora una volta, come sempre è avvenuto in passato, anzichè fare quanto viene annunciato per creare un giudice veramente terzo ed equidistante dalle altre parti processuali, chi ha responsabilità politiche e di governo, si fermerà davanti alle resistenze ed intimidazioni della Casta dei magistrati e di tutti i suoi accoliti

    17 ottobre 2009 | #

  4. Andrea Magazzù scrive

    Non so se dopo le discussioni politiche che si svolgono tra amici e conoscenti, si verificherà un aumento di iscrizioni a ForzaSilvio, certo è che occorre discutere delle cose che questo governo ha realizzato e sta avviando, nel solco del programma elettorale che il PdL e la Lega hanno presentato agli elettori e sul quale hanno ricevuto un largo consenso. A mio parere è controproducente ribattere che la Corte Costituzionale ha in qualche modo tradito un impegno istituzionale; è successo tante volte in precedenza ma era prevedibile che nel clima favorevole al governo, quei famosi giudici (orientati) avrebbero impedito una legislatura diciamo facile. Oggi il Governo DEVE agire nel solco del programma pattuito con gli elettori: Federalismo fiscale; Riforma della giustizia penale; Energia nucleare per le grosse necessità insieme alle energie alternative a piccola scala; Grandi opere: Ponte sullo stretto, Corridoio 5, Infrastrutture stradali e portuali. Ma quello che ritengo essenziale per la durata e l’espansione del consenso è la nacessità di organizzare dei programmi di informazione e di indagine giornalistica utilizzando dei valenti giornalisti di area, che riescano a controbattere l’informazione parziale che nasce nei programmi di ANNOZERO e/o BALLARO’.

    17 ottobre 2009 | #

  5. carla scrive

    Non so se riesco a fare iscrivere 4 persone ma intendo esprimere tutta la
    mia solidarietà,per quato riguarda la giustizzia cè veramente da fare riforme ed sono daccordo con FORT ed comunque come ho detto in precedenza della maffia sono anche nei giudici.

    17 ottobre 2009 | #

  6. carlini paola scrive

    probabilmente a di benedetti quei soldi che intende farsi dare dall’On.Berlusconi servono se è vero che sta acquistando varie cliniche private nel Lazio.
    Saluti Paola

    16 ottobre 2009 | #

  7. ARTURO scrive

    BENTORNATO ONOREVOLE PALMIERI,pf PORTA I NOSTRI SALUTI AL NOSTRO PRESIDENTE.

    16 ottobre 2009 | #

  8. flaminio cozzaglio scrive

    L’EGUAGLIANZA PER I SIGNORI DELLA CORTE COSTITUZIONALE

    Attenzione : leggendo queste righe potreste mancare di rispetto alle Istituzioni , che sono sacre e rendono sacro qualsiasi uomo riesca a occuparle . Tranne uno .

    Giusto 220 anni dopo la rivoluzione francese la Corte Costituzionale detta il rapporto tra noi e il processo : tutti eguali . Oggi accontentiamoci dell’annuncio , appena trovano il tempo ce lo spiegano .
    Vediamo le eccezioni .
    Se incontriamo , dove si vuole , Berlusconi , possiamo urlargli : buffone , buffone . Non è nemmeno segno d’inciviltà , come un apprezzamento pesante a una donna , ma libera critica , quindi niente processo . L’aveva già stabilito la Suprema Corte di Cassazione , ammonendo i giudici inferiori che questo è il vero principio di diritto e che , pena la nullità della sentenza , i tribunali di merito non devono permettersi decisioni diverse .
    Un’altra . Sessant’anni di salti mortali in Parlamento , liberissimi , con battesimi particolari , il più noto : il Ribaltone . Ma è certo che qualche Procura Straordinaria debba iniziare le indagini e mandare a processo , se il salto di senatore non è per il verso giusto . In parole povere se è da Berlusconi in là , trattasi di caso di redenzione , se è da Prodi in Berlusconi si impegnino pure anni di ricerche ma la verità deve uscire .
    I giudici che hanno scelto una via del successo diversa , ad esempio per impegno sindacale , in un certo senso svincolati dalle regole, possono , ma solo tra loro , scambiarsi facezie via telefonino su piccoli reati , tipo bastonare sulla testa Berlusconi con un treppiede da fotografo . Se le ha prese , le meritava .

    COSTUMI AUTORIZZATI

    Le parole possono essere pietre o fuscelli di paglia .
    E’ lecito deridere Berlusconi perché piccolo , calvo , grasso , grosso , ignorante , scortese , corrotto e corruttore , padre infame , cornuto , puttaniere etc etc .
    Le Spettabili Procure sono invece cortesemente pregate di indagare se definire brutta e oca una donna , pur nel caso lo fosse , sia razzismo , mobbing televisivo , molestie , stalking : insomma , la teoria del reato “libero” .
    Relazioni internazionali :
    se il Papa ricorda l’immoralità dell’aborto è illecita intromissione .
    se il New York Times proclama che Berlusconi è durato troppo è la conferma della verità .
    In caso di dubbi consultare sempre Repubblica .

    Cremona 10 10 2009 Flaminio Cozzaglio

    13 ottobre 2009 | #

  9. aurim scrive

    Meno male che c’è Silvio; vada avanti a fare tutte le riforme che erano previste dal programma di Governo e basta. Non senta nessuno ma si difenda dagli attacchi di chiunque sopratutto quando viene offesa la persona, giù forte altroche dar retta a Repubblica che vorrebbe il Premier sottomesso e remissivo, si vede che ancora non ha capito com’è Berlusconi. Auguri, ce n’è bisogno.

    11 ottobre 2009 | #

  10. Marcello Cucca scrive

    Gent.mo On.le
    io sono con il Cav. senza se e senza ma.
    Ma il suo collaboratore Angelino Alfano ha gestito in maniera miserrima la questione giustizia.
    Molto disgraziatamente correre a metter mano ADESSO a una riforma della giustizia che ha languito in un cassetto per troppo tempo non sarà molto ben vista.
    Per il semplice motivo che apparirà come un’azione diretta alla sola difesa del Premier rafforzando le tesi della sinistra. Sic et simpliciter.
    Sul forum delle libertà è da più di un anno che chiediamo che si presenti una riforma della giustizia che comprenda anche la responsabilità civile dei magistrati o il recupero del referendum dell’87.
    Nè Alfano,nè Lei nè nessun altro dei nostri eletti ha mai risposto ai nostri appelli ed istanze quasi fossimo i peones della situazione.
    Ora per una riforma monca e perdipiù tenuta nel cassetto (cui prodest?) ci ritroviamo in questa situazione.

    11 ottobre 2009 | #

  11. Alessia Lovisolo scrive

    Nel mio piccolo sto inviando inviti a tutti!!! Piu’ siamo e meglio è!
    Buon lavoro Onorevole Palmieri.

    11 ottobre 2009 | #

  12. Fort scrive

    Onorevole, nel momento in cui e finalmente, Berlusconi si schiera a favore di riforme dei poteri dello Stato i quali, anzichè servire, opprimono tutti noi gente comune, Berlusconi ha vinto.
    Ecco cosa si raccoglie parlando sull’argomento:
    E’ perseguitato perchè va a smuovere interessi parassitari stratificati in profondità.
    E’ perseguitato perchè vuole fare riforme che intaccano privilegi.
    Se non facesse tutto questo, sarebbe come tutti gli altri: inciucerebbe per mangiare e basta mentre Berlusconi è già ricco di suo.
    Ma chi glielo fa fare? Poteva fare come Agnelli che si divertiva e mandava i suoi uomini in Parlamento a difendere i suoi interessi.
    Ecco, Onorevole Palmieri, perchè Berlusconi è vincente: perchè la gente, e mi ci metto anche io, lo ritiene uno di noi, con i suoi pregi e difetti e spera tanto che continui a parlare chiaro e a far seguire i fatti.
    Intanto, accetti un saluto.

    9 ottobre 2009 | #

  13. LUCIANA scrive

    DOPO IL FALLIMENTO DEL LODO ALFANO LE PROCURE E LA TV COMUNISTA SI SONO SCATENATE, DOBBIAMO ARGINARE LA PROPAGANDA COMUNISTA PRIMA CHE CONFONDA L’ELETTORATO.
    DOBBIAMO ROVESCIARE IL TEOREMA ALLUCINANTE DETTO IN DIRETTA TELEVISIVA DAL PROGRAMMA “PROCESSO” ANNOZERO.
    IL PUNTO E’: SE SI CERCO’ DI FARE UN’ACCORDO TRA MAFIA E STATO LO SI FECE SOTTO AL GOVERNO DI GIULIANO AMATO E NON BERLUSCONI! INDAGHIAMO SU QUESTO SE VOLETE!
    CERCARE DI COLLEGARE QUESTO A BERLUSCONI E’ UNA CAROGNATA!
    IL FIGLIO DI CIANCIMINO X QUEL CHE NE SO DICE QUELLO CHE PROVENZANO GLI DICE DI DIRE! A CHI CONVIENE FAR CADERE IL GOVERNO BERLUSCONI??? SE BERLUSCONI E’ AMICO DELLA MAFIA ALLORA XKè HA FATTO ARRESTARE PROVENZANO? SE BERLUSCONI E’ AMICO DELLA MAFIA ALLORA PERCHE’ LA MAFIA VUOLE FARLO CADERE?
    RICORDO A CHI NON LO SA CHE GIULIANO AMATO: Dal 23 maggio 2007 è divenuto uno dei 45 membri del Comitato nazionale per il Partito Democratico che riuniva i leader delle componenti del futuro PD; dopo la costituzione del partito, in quanto ex Presidente del consiglio aderente al partito, è componente di diritto del coordinamento nazionale del Partito Democratico.

    9 ottobre 2009 | #

  14. enrico mattalia scrive

    ma scusa palmieri, a parte che se si fa un forum non bisogna censurarlo, se sei per la libertà, chi scrive va pubblicato.
    e poi se tu in casa hai bisogno di una badante, e parecchi tuoi amici te ne consigliano una come persona onesta, tu l’assumi con contratto per un anno, e dopo 3 mesi scopri che ti ruba in casa che fai?????
    o la sostituisci o vai dai carabinieri.. per il presidente del conisglio è uguale, o lo sostituisci o vai da carbinieri.

    9 ottobre 2009 | #

  15. LIBERALVOX scrive

    Il Lodo Alfano è incostituzionale.

    Il lodo Alfano è incostituzionale. Questo il verdetto della Corte Costituzionale. Preso a maggioranza: nove toghe contro sei. Si sono aperte dopo tre camere di consiglio diverse, due giorni in totale, le porte della saletta pompeiana al secondo piano dell’edificio che fronteggia il Qurinale. I 15 giudici della Consulta hanno deciso l’illegittimità del lodo Alfano, la legge che sospende i processi penali per le quattro più alte cariche dello Stato. La Consulta ha bocciato il lodo Alfano per violazione dell’articolo 138 della Costituzione, vale a dire l’obbligo di far ricorso a una legge costituzionale (e non ordinaria come quella usata dal lodo per sospendere i processi nei confronti delle quattro più alte cariche dello Stato). Il lodo è stato bocciato anche per violazione dell’articolo 3 (principio di uguaglianza). La camera di consiglio, sospesa una prima volta alle 19,30 di lunedì, si è riaperta ieri mattina alle 9 e, dopo una seconda sospensione, tra le 13 e le 16, è ripresa fino alla sentenza decisa attorno alle 18. L’effetto della decisione della Consulta sarà la riapertura di due processi a carico del premier Berlusconi: per corruzione in atti giudiziari dell’avvocato David Mills e per reati societari nella compravendita di diritti tv Mediaset. La decisione della Corte costituzionale sul lodo Alfano accoglie i rilievi mossi dai giudici milanesi impegnati nei processi Mediaset-diritti tv e caso Mills che vedono imputato il presidente del Consiglio. La Consulta dichiara, invece, “inammissibili le questioni di legittimità costituzionale della stessa disposizione proposte dal gip del tribunale di Roma”. Un ricorso sollevato nell’ambito dell’inchiesta della procura capitolina sulla presunta “compravendita” di senatori eletti all’estero nella passata legislatura, all’epoca del governo Prodi: i pm romani avevano chiesto l’archiviazione delle accuse per il presidente del Consiglio, mentre secondo il gip il lodo Alfano va applicato anche nella fase delle indagini preliminari. Da qui la decisione del giudice Orlando Villoni di trasmettere il fascicolo alla Consulta. Ricorso respinto. A nostro avviso chi realmente esce sconfitto da questa sentenza non è tanto Silvio Berlusconi – le cui vicende “giudiziarie, manageriali, etiche e politiche” sono arcinote – quanto lo “Stuolo” di avvocati, giuristi, consulenti, esperti e portaborse vari, di cui il Premier incautamente continua a circondarsi e che – per la seconda volta consecutiva, dopo il flop del Lodo Schifani – non è stato in grado di mettere mano a tutto il pandemonio che si è scatenato contro Silvio Berlusconi da vent’anni a questa parte con la dovuta competenza! Incapacità o disegno politico?

    9 ottobre 2009 | #

  16. maria scrive

    Non so se riuscirò a far iscrivere 4 persone, ma desidero esprimere al Presidente tutta la mia solidarietà

    9 ottobre 2009 | #

Per fare in modo che la conversazione sia utile e proficua, tutti i commenti saranno letti ma saranno pubblicati quelli che porteranno un contributo effettivo al tema proposto dal post.

Feed RSS di questi commenti. | TrackBack URI

Protected with SiteGuarding.com Antivirus
Continua

Questo sito Web utilizza i cookie. Continuando a utilizzare questo sito Web, si presta il proprio consenso all'utilizzo dei cookie.
Per maggiori informazioni sulle modalità di utilizzo e di gestione dei cookie, è possibile leggere l'informativa sui cookies.