Vai direttamente a:

Dalla posta per me/Esperienze dalla scuola…

Antonio Palmieri

Scritto da Antonio Palmieri | 4 novembre 2008 | Prima Pagina

Gent.mo On Palmieri, ricevo regolarmente le newsletter da parte del popolo della libertà e mi fa enorme piacere sapere che ci sono persone come lei che dedicano il proprio tempo a tenere noi elettori informati sul lavoro che attende il governo.
Sono un’insegnante in lingua inglese di scuola primaria, di ruolo e, proprio questa sera, nell’istituto comprensivo nel quale presto servizio si è svolta una riunione tenuta dall’assessore all’istruzione Simona Querci del comune (partito democratico), dal Sindaco (partito democratico) non sappiamo in quale veste, da un rappresentante del consiglio comunale del PDL Alessio Gargini e da due tecnici rappresentati dal segretario provinciale CISL Cristina Zini e dal segretario generale della CGIL del comune di Pistoia. Il tutto con la “mediazione” (di parte) di un prof di scuola media dello stesso comprensivo (marito dell’assessore Querci) che ha commesso il grave errore di non limitarsi alla presentazione ma di scaldare gli animi delle persone intervenute.
Come previsto la discussione sulla Legge di riforma della scuola è caduta in una diatriba politica che ci ha lasciati profondamente amareggiati e, soprattutto, arrabbiati. Mio marito, anch’egli maestro nello stesso istituto, rappresentante CISL si è dissociato dalle posizioni prese dalla segr. provinciale, chiaramente schierata a sinistra…. I genitori presenti non hanno avuto chiarimenti in merito alla nuova legge poichè tutto le informazioni venivano inquinate dalle bugie della sinistra.

Abbiamo bisogno del vostro aiuto per chiarire meglio a tutti gli utenti della scuola che la Riforma non solo è necessaria ma serve a migliorare un sistema che va a fondo. Io sono stufa di vedere gente che dalla Sicilia arriva per fare due mesi nella scuola perchè, almeno “si passano due mesi”! La scuola ha raccolto cani e porci per anni ed è ora di smetterla. Ho dieci classi e lo stesso trattamento economico di un’insegnante di sostegno che si trova in rapporto uno a uno con un alunno portatore di handicap. E’ giusto? E’ giusto che vengano assegnati ins di sostegno ad alunni che sono con sindromi gravissime ai quali si può soltanto “fare assistenza”? questi sono stipendi rubati! E poi, come può essere possibile un confronto costruttivo se la sinistra racconta solo menzogne?
Giovedì scorso, in occasione dello sciopero ci hanno chiuso la scuola perchè i custodi non erano presenti ,impedendoci in questo modo di fare lezione. Le chiedo un intervento diretto e immediato per far sì che la verità possa venire a galla.

Con stima
irne Gualtierotti

Tags: ,

Commenti

Commenti Commenti (3) |

3 Commenti »

  1. franco faranda scrive

    Eppure la violenza verbale della professoressa Gualtierotti mi insospettisce tanto quanto le bugie della sinistra.

    La professoressa usa toni esagitati sulla scuola che ha imbarcato “cani e porci” e sui siciliani che vanno a passare un paio di mesi tanto per far passare il tempo. Ma non è questo che mi preoccupa quanto il suo giudizio sull’insegnate di sostegno che percepisce uno stipendio uguale al suo pur essendo il suo rapporto legato ad un solo allievo.
    Mi permetto di far presente che se ci troviamo davanti ad un’insegnate di sostegno motivata, il problema non esiste perché quel rapporto “uno a uno” serve tantissimo al ragazzo e sarà un vanto per la Scuola se, grazie al sostegno, quel ragazzo potrà migliorare la propria vita. Quanto poi agli alunni ai quali si può fare soltanto “assistenza”, mi permetto di sostenere che questa non è certo meno rilevante della didattica e che se tutti gli altri insegnanti aiutassero l’insegnate di sostegno, probabilmente quel ragazzo fastidioso potrebbe diventare un’occasione di crescita per tutta la classe.
    Dovremmo forse meditare sui nostri valori e sulla nostra efficienza. Se non riusciamo a coniugare formazione con accoglienza, meritocrazia con ascolto dell’altro, carriera e sviluppo con pietas resteremo persone monche.

    Proprio nel momento in cui un gruppo politico prova a portare avanti il giusto e necessario impegno per valorizzare formazione, merito e sviluppo non può dimenticare che questi obiettivi, per diventare valori, debbono sapersi confrontare con chi ci sta accanto. La meritocrazia non è calpestare l’altro per fare carriera. Questa è solo cialtroneria. Il compagno di classe con dei problemi fisici o psichici potrà aiutarci a capire le tante sfaccettature della vita. No, non è tempo perduto né tantomeno stipendio rubato quello impiegato per aiutare la crescita di una persona. Questa crescerà con i suoi limiti, ma crescerà anche grazie al fatto che ha potuto socializzare. Se questo poi provocherà qualche disagio negli altri, bisognerà lavorare su tutti per integrarci a vicenda. Si capirà così che l’integrazione non riguarda il diverso, ma noi tutti nel momento in cui ci relazioniamo con altre persone.

    4 novembre 2008 | #

  2. Andrea Cevasco scrive

    “Ho dieci classi e lo stesso trattamento economico di un’insegnante di sostegno che si trova in rapporto uno a uno con un alunno portatore di handicap. E’ giusto? E’ giusto che vengano assegnati ins di sostegno ad alunni che sono con sindromi gravissime ai quali si può soltanto “fare assistenza”? questi sono stipendi rubati!”
    Gentile professoressa Gualtierotti, ho riportato queste sue domande rimaste inevase. Mi consenta: Io che voto la PdL ritengo che sia giusto ciò e che non si tratti di stipendi rubati. L’inserimento di bambini portatori di handicap nel contesto scolastico è un fatto di civiltà. Non sono questi gli sprechi. Questo fa onore al nostro sistema scolastico.
    Bambini affetti dalla sindrome di Down grazie a questo sistema oggi vivono anni bellissimi della loro pur corta vita. Altri casi analogi per altre patologie. Questo è il mio pensiero che spero sia condiviso da tutto il popolo delle libertà.

    4 novembre 2008 | #

  3. Antonio Palmieri scrive

    Gentile professoressa Gualtierotti,
    grazie per avermi scritto. Raccolgo il suo appello, ho preparato materiale e documenti per spiegare il vero contenuto della nostra azione: li trova in http://www.governoberlusconi.it. Spero possano aiutare a diffondere e a ristabilire la verità.
    Antonio Palmieri

    4 novembre 2008 | #

Per fare in modo che la conversazione sia utile e proficua, tutti i commenti saranno letti ma saranno pubblicati quelli che porteranno un contributo effettivo al tema proposto dal post.

Feed RSS di questi commenti. | TrackBack URI

Protected with SiteGuarding.com Antivirus
Continua

Questo sito Web utilizza i cookie. Continuando a utilizzare questo sito Web, si presta il proprio consenso all'utilizzo dei cookie.
Per maggiori informazioni sulle modalità di utilizzo e di gestione dei cookie, è possibile leggere l'informativa sui cookies.