Vai direttamente a:

Criminalizzare Facebook è inutile e sbagliato

Antonio Palmieri

Scritto da Antonio Palmieri | 18 dicembre 2009 | Prima Pagina

Credo che gran parte delle difficoltà rispetto ai contenuti violenti e che istigano a reati propagandati su Facebook deriva dal fatto che in Italia non esiste Facebook, l’azienda non ha legale rappresetanza e dunque manca l’interlocutore per agire immediatamente e rimuovere i contenuti incriminati. E’ inutile criminalizzare indistintamente Facebook. Serve fare un accordo operativo efficace con i proprietari dell’azienda su come comportarsi in caso di illeciti commessi abusando di questo social network.

Tags:

Commenti

Commenti Commenti (2) |

2 Commenti »

  1. Marco scrive

    Di solito, quando ci sono problemi importanti i politici si interessano di cose futili.

    1 febbraio 2010 | #

  2. Nessie scrive

    Premetto che non sono iscritta a Facebook e che non mi ci iscriverò per mancanza di tempo. Tuttavia mi pare un’operazione superficiale e incompetente criminalizzare il “mezzo” e non chi lo usa dissenatamente. In questo senso, non posso essere d’accordo con Schifani.

    19 dicembre 2009 | #

Per fare in modo che la conversazione sia utile e proficua, tutti i commenti saranno letti ma saranno pubblicati quelli che porteranno un contributo effettivo al tema proposto dal post.

Feed RSS di questi commenti. | TrackBack URI

Protected with SiteGuarding.com Antivirus
Continua

Questo sito Web utilizza i cookie. Continuando a utilizzare questo sito Web, si presta il proprio consenso all'utilizzo dei cookie.
Per maggiori informazioni sulle modalità di utilizzo e di gestione dei cookie, è possibile leggere l'informativa sui cookies.