Vai direttamente a:

Adesioni PDL

Antonio Palmieri

Scritto da Antonio Palmieri | 28 settembre 2011 | Prima Pagina

In anteprima, la nuova campagna adesioni al PDL. Domani on line nei nostri siti e nei prossimi giorni negli impianti 6×3 delle città.

Commenti

Commenti Commenti (7) |

7 Commenti »

  1. Antonio Mauri scrive

    E’ un’eterna amnesia!
    Alcuni ci vengono a dire che, ora, dopo la caduta de
    “””miglior presidente del consiglio che l’Italia abbia mai
    avuto negliultimi 150 anni””” bisognerebbe lasciarci alle
    spalle tutto il passato, le polemiche, le accuse e guardare
    soltanto al futuro.
    Bisognerebbe ricreare una nuova solidarietà sociale,
    nazionale, politica (che, peraltro, non sono mai esistite se
    non per un breve periodo dopo la guerra di liberazione dal
    nazi-fascismo) per guardare avanti con nuovo ottimismo.
    Chi propone questa nuova forma di bontà è il Pierferdy
    nazionale, ma Pierferdy fa finta di non sapere che il futuro
    affonda le sue radici nel presente, ed il presente nel
    passato. Quale futuro si vorrebbe costruire se si dimentica
    il presente?
    Il popolo italiano ha dimostrato in molte occasioni, nel
    passato, di soffrire di una memoria labile, di gravi amnesie
    ed è per questo che Pieferdy ha torto: il passato deve
    essere ricordato, sempre!
    Onorevole, legga con attenzione le righe seguenti e provi
    ad indovinare a chi, ed a quale periodo,queste, si
    riferiscono e non potrà non notare l’attualità dell’analisi che
    esse contengono.
    Buona lettura!
    “”“Il capo del Governo si macchiò ripetutamente durante la
    sua carriera di delitti che, al cospetto di un popolo onesto,
    gli avrebbero meritato la condanna, la vergogna e la
    privazione di ogni autorità di governo.
    Perché il popolo tollerò e addirittura applaudì questi crimini?
    Una parte per insensibilità morale, una parte per astuzia, una
    parte per interesse e tornaconto personale.
    La maggioranza si rendeva naturalmente conto delle sue
    attività criminali, ma preferiva dare il suo voto al forte
    piuttosto che al giusto.
    Purtroppo il popolo italiano, se deve scegliere tra il dovere
    e il tornaconto, pur conoscendo quale sarebbe il suo dovere,
    sceglie sempre il tornaconto.
    Così un uomo mediocre, grossolano, di eloquenza volgare
    ma di facile effetto, è un perfetto esemplare dei suoi
    contemporanei.
    Presso un popolo onesto, sarebbe stato tutt’al più il leader
    di un partito di modesto seguito, un personaggio un po’
    ridicolo per le sue maniere, i suoi atteggiamenti, le sue manie
    di grandezza, offensivo per il buon senso della gente e causa
    del suo stile enfatico e impudico.
    In Italia è diventato il capo del governo. Ed è difficile trovare
    un più completo esempio italiano.
    Ammiratore della forza, venale, corruttibile e corrotto, cattolico
    senza credere in Dio, presuntuoso, vanitoso, fintamente
    bonario, buon padre di famiglia ma con numerose amanti, si
    serve di coloro che disprezza, si circonda di disonesti, di
    bugiardi, di inetti, di profittatori; mimo abile, e tale da fare
    effetto su un pubblico volgare, ma, come ogni mimo, senza
    un proprio carattere, si immagina sempre di essere il
    personaggio che vuole rappresentare.”””
    Elsa Morante.
    1945 .
    Lettera su Benito Mussolini

    18 novembre 2011 | #

  2. anna maria baldocchi scrive

    Se Berlusconi critica i PM, se Bossi inveisce contro la bandiera italiana, ciò è riteniuto altamente lesivo dalla Carta ergo reato, se invece qualche assessore della giunta milanese L. Castellano dice che l’occupazione abusiva non costituisce reato, allora non è ritenibile come atteggiamento anti-costituzionale. L. Castellano dovrebbe leggersi ed impararsi a memoria l’art. nr. 633 C:P: sempre che sia in grado di leggere e capireciò che il suddetto articolo sancisce, Preghiamo , in caso contrario, di fequentare un corso accellerato di scuola di diritto.

    5 ottobre 2011 | #

  3. Giulio scrive

    Caro Antonio,

    mi piacerebbe avere un tuo commento sull’editoriale di De Bortoli di stamattina. Ti riporto per tua comodità questo stralcio:
    “Noi ci sforziamo di pensare che un sussulto di dignità, uno scatto d’orgoglio siano ancora possibili. Anche dall’attuale maggioranza. La manovra annunciata e smentita più volte in agosto è stata varata, alla fine, e vale 58 miliardi. Ma è insufficiente. La lettera della Bce al governo italiano, pubblicata dal Corriere , è rimasta in gran parte inascoltata, al punto che nei giorni scorsi, a Francoforte, si è persino pensato di mandarne un’altra. Ha diviso in profondità anche l’opposizione. E i mercati guardano avanti, perplessi. Riforme vere, privatizzazioni e liberalizzazioni, rimangono sulla carta. Siamo stati capaci di aumentare le tasse, ma la spesa pubblica (800 miliardi) prosegue la sua corsa. Abbiamo annunciato che avremmo abolito le Province: non era vero. Tagliato i costi della politica: una presa in giro. La nomina più delicata, quella del governatore della Banca d’Italia, è finita mestamente nel tritacarne delle liti di maggioranza. Il premier mostra di occuparsi solo delle sue questioni personali. E, infatti, oggi di che cosa discute la Camera dopo aver votato in diretta televisiva (ci vedono anche all’estero) sulle inchieste Papa, Milanese e Romano? Delle questioni contenute nella lettera della Bce? No, delle intercettazioni. Bossi non appare, anche agli stranieri, nel pieno delle sue facoltà. Non c’è membro del governo o della maggioranza che non affermi in privato che Berlusconi debba lasciare. Su questo giornale abbiamo suggerito al premier di fare come è accaduto in Spagna: annunciare che non si ricandiderà, chiedere le elezioni e non trascinare con sé l’intero centrodestra. Nessuna risposta.”

    Traccia sulla tua bacheca di facebook di queste vicende: nessuna
    Traccia sulla tua bacheca di facebook del dl censura che state approvando e di cui parlano i media (TV e Radio serie, non i 5 in mano al Premier): nessuna

    Se la tua bacheca deve essere solo occasione di campania elettorale perenne ben contento di non poterci scrivere più.
    Sarebbe veramente curioso sapere fin dove può scendere il livello del governo e dei ns parlamentari in generale prima di provare un filino di vergogna, oppure aspettate di arrivare alle 0% (al ritmo di mezzo punto percentuale che perdete settimanalmente non ci vorrà poi molto…)

    Saluti

    5 ottobre 2011 | #

  4. anna maria baldocchi scrive

    Come si evince dalla ultima cronaca politica è inferibile asserire che dove governa (…sgoverna la sinistra si palesano i buoni effetti che collimano con la costituzione (vedi caso L. Castellano) e i bilanci sono attivi (vedi caso Pisapia) e vicenda Standard ‘ & Poor’S. Da ciò desumiamo che i comunisti sanno amministrare solo per gli immigrati a discapito dei locali che secondo loro hanno il dovere di fare spazio agli immigrati che possono fare quello che vogliono in “barba alle leggi e alle esigenze di convivenza pacifica con i locali. Se proseguono, i locali dovranno andare via per lasciare a loro la nostra terra.A noi, come a tutti coloro che usano il buon senso, non sembra equo e costituzionale a meno che non si islamizzi la Carta Costituzionale. Icomunisti asseriscono che i reati sono talise i committenti sono esponenti di CDX (PDL – Berlusconi e Lega Bossi) mentre non sono tali se sono loro a commetterli. E’ spiccato e alto il senso di democrazia e rispetto della Carta che i comunisti incorporano dimostrato anche dalla loro storia (Tito, Stalin.Lenin. Mao, Trostky, BR ecc.,,,). Solo loro hanno la verità nelle mani,,,Auguri se siamo in mano a loro!!

    4 ottobre 2011 | #

  5. anna maria baldocchi scrive

    Dalle ultime analisi di S&P si rivela che le amministrazioni di sinistra sono state declassate “naturalmente per i buoni governi di sinistra”, è colpa solo del governo (PDL e Lega). Ergo neanche di fronte alle responsabilità loro, gli stessi smettono di attaccare con alibi fasulle, l’On. Berlusconi e l’On. Bossi. Auspichiamoci che possano essere responsabili e disposti a riconoscere i propri torti anzichè scaricarli sul governo. Per quanto concerne il PD dovrebbe candidare l’On. Renzi e staccarsi da IDV e SEL (non ci riuscirà mai) perchè è l’esponente che pur stando a sinistra ragiona a destra. Auguriamoci che venga a rimuovere l’attuale opposizione.

    2 ottobre 2011 | #

  6. Giulio scrive

    …ma la domanda, volutamente provocatoria, ma assolutamente realistica è: perchè fare l’adesione ad un soggetto politico che probabilmente fra non molto non esisterà più?

    Saluti

    29 settembre 2011 | #

  7. anna maria baldocchi scrive

    Senza ombre di dubbio è una cosa molto positiva, Grazie Onorevole, sta portando avanti questo lavoro on line in modo egregio.

    29 settembre 2011 | #

Per fare in modo che la conversazione sia utile e proficua, tutti i commenti saranno letti ma saranno pubblicati quelli che porteranno un contributo effettivo al tema proposto dal post.

Feed RSS di questi commenti. | TrackBack URI

Protected with SiteGuarding.com Antivirus
Continua

Questo sito Web utilizza i cookie. Continuando a utilizzare questo sito Web, si presta il proprio consenso all'utilizzo dei cookie.
Per maggiori informazioni sulle modalità di utilizzo e di gestione dei cookie, è possibile leggere l'informativa sui cookies.