Vai direttamente a:

IN PARLAMENTO

Antonio Palmieri

On. Antonio Palmieri in Parlamento

In questa legislatura (per me è la quarta) al 2 aprile 2015 (ultimo dato disponibile), ho totalizzato il 76.16%% di presenze alle votazioni in aula: 6471 su 8497  votazioni totali.
Sono iscritto al gruppo parlamentare Forza Italia – PDL, capogruppo in Commissione Cultura.
Sono anche componente della Commissione di studio “per elaborare principi e linee guida in tema di garanzie, diritti e doveri per l’uso di Internet” voluta dalla Presidente della Camera.

Ecco la mia attività parlamentare

—————–
Nella terza legislatura, al 22 gennaio 2013 (ultimo dato disponibile), ho totalizzato il 91,27% di presenze alle votazioni in aula: 10.494 su 11.498 votazioni totali.

Sono contento della mia attività parlamentare e di aver contribuito con la mia presenza e il mio voto ad approvare molti importanti provvedimenti voluti dal governo e dalla nostra maggioranza.
Sono però particolarmente affezionat ad alcune leggi e disposizioni che sono “mie”,  in quanto frutto di una mia iniziativa diretta: tra queste ricordo la legge sull’accessibilità ai disabili dei siti internet (nata dalla proposta di legge Campa-Palmieri e diventata la Legge4 del 9 gennaio 2004), le disposizioni che regolano le università on line, frutto di un emendamento a mia prima firma alla legge finanziaria 2003, “l’abbattimento” da decreto sicurezza del 2009 del famigerato emendamento D’Alia (che, involontariamente, metteva a rischio la libertà di espressione on line) e l’abrogazione (frutto di un lavoro serrato con il ministro Maroni e alcuni colleghi deputati) nel decreto milleproroghe 2010 del decreto Pisanu, abrogazione che ha liberalizzato da quest’anno il Wi Fi nel nostro Paese.

Anche se dal 2006 la legge elettorale ha abolito i collegi uninominali, io continuo a seguire il collegio nel quale fui eletto per la prima volta nel 2001, il collegio di Cantù (più altri 14 comuni), in provincia di Como.
Dal 2001 ho partecipato a 223 incontri pubblici in loco e portato fondi per un totale di 7 miioni di euro, ripartiti in 30 interventi in 13 comuni di quel territorio.

—————–
Ogni deputato ha l’obbligo di far parte di una “Commissione permanente”, una delle 14 commissioni nelle quali si discutono le leggi. Ho scelto di rimanere ancora nella VII Commissione, Cultura, scienza ed istruzione. La Commissione si occupa di cultura, scuola, università, ricerca scientifica, spettacolo, sport, editoria, beni culturali. Sono rimasto ancora perchè ritengo che questi cinque anni saranno decisivi per porre rimedio all’emergenza educativa, uno dei principali problemi del nostro Paese.

Nella seconda legislatura (2006-2008) ho totalizzato il 65,35% di presenze alle votazioni in aula: ho partecipato a 3.067 votazioni sul totale di 4.693. Dal maggio 2007 ho ridotto la mia presenza in aula per stare accanto a mio padre e assisterlo in ospedale, fino alla sua morte, il 26 ottobre 2007. Non ho partecipato a numerose sedute, mi è stata giustamente decurtata la diaria come da regolamento della Camera. D’altro canto i numeri della Camera sono tali che la mia assenza non pregiudica l’opposizione al governo. Peraltro ero presente l’unica volta che li abbiamo messi sotto…

I due anni della seconda legislatura li posso dividere in due parti. Nella prima parte, fino a maggio 2007, ho garantito la consueta assidua presenza in aula e in commissione cultura. Nella seconda parte, cioè da quando mio padre ha avuto l’emorragia cerebrale che nel giro di sei mesi lo ha portato alla morte, ho diradato la mia presenza in commissione e in aula, come testimonia l’alto numero di assenze alle votazioni, per assistere lui.

Accanto al lavoro di squadra in aula e commissione e al mio lavoro nella comunicazione elettorale e internet di Forza Italia, come singolo deputato in questi due anni ho lanciato alcune forse piccole ma creso significative battaglie culturali (e dunque politiche) di cui sono fiero. La difesa del presepe nelle scuole tramite il sito www.natalesiamonoi.it e la petizione al presidente Napolitano (2006) con oltre 20.000 firme raccolte e il Promemoria pro presepe distribuiti nelle scuole (2007). L’azione in difesa delle famiglie numerose, come primo modo concreto di aiutare la famiglia con la presentazione di una proposta di legge ad hoc e del relativo sito www.vivalafamiglia.it. La proposta l’ho ripresentata anche in questa legislatura. Infine l’impegno accanto ai malati di Sclerosi Laterale Amiotrofica (SLA) con l’appello al presidente Napolitano presentato alla Camera il 4 dicembre 2007 e relativo sito www.liberidivivere.it.

Tutti impegni che continuano anche in questa legislatura, assieme all’attenzione nei confronti del mio territorio di elezione, il canturino e, più in generale, il comasco. Nella scorsa legislatura sono tra le altre cose riuscito a finalizzare un contributo del Ministero dei beni culturali di oltre 80.000 euro a favore delle iniziative per il Millenario dell’Abbazia di Galliano a Cantù.

Nella prima legislatura (2001-2006) ho totalizzato il 98,86% di presenze alle votazioni in aula, in quanto ho partecipato a 26.573 votazioni sul totale di 26.879. La mia prima legislatura: rapporto su cinque anni di attività

Protected with SiteGuarding.com Antivirus
Continua

Questo sito Web utilizza i cookie. Continuando a utilizzare questo sito Web, si presta il proprio consenso all'utilizzo dei cookie.
Per maggiori informazioni sulle modalità di utilizzo e di gestione dei cookie, è possibile leggere l'informativa sui cookies.