Vai direttamente a:

“I”nternet e i beni culturali

Antonio Palmieri

Scritto da Antonio Palmieri | 10 luglio 2001 | Attività 2001

Intervento in Commissione durante l’ audizione del ministro Giuliano Urbani
del 10 luglio 2001

“Il mio sarà un intervento monotematico, anzi monotelematico, perché riguarderà l’uso di Internet per favorire l’attività del tuo ministero”.

Con queste parole martedì 10 luglio ho iniziato il mio breve intervento in Commissione Cultura, durante il dibattito che ha seguito l’illustrazione dei criteri di azione del suo ministero fatta dal ministro per i beni culturali Giuliano Urbani.

Cinque sono le motivazioni che devono spingere all’uso di Internet e delle nuove tecnologie nel campo dei beni culturali: valorizzare via Rete le risorse e i siti artistici; usare il Web come potente strumento di marketing territoriale, nei confronti dei cittadini italiani e stranieri; riorganizzare l’attività di catalogazione dei beni artistici; erogare novi servizi che permettano di meglio fruire degli stessi; avvicinare in modo gradevole all’arte e alla cultura ampie fasce di cittadini, specie i più giovani, di concerto con l’azione del Ministero della Pubblica Istruzione (intervento), l’altro ministero cui la Commissione fa riferimento.

Commenti

Commenti Commenti (0) |

Nessun Commento »

Per fare in modo che la conversazione sia utile e proficua, tutti i commenti saranno letti ma saranno pubblicati quelli che porteranno un contributo effettivo al tema proposto dal post.

Feed RSS di questi commenti. | TrackBack URI

Protected with SiteGuarding.com Antivirus
Continua

Questo sito Web utilizza i cookie. Continuando a utilizzare questo sito Web, si presta il proprio consenso all'utilizzo dei cookie.
Per maggiori informazioni sulle modalità di utilizzo e di gestione dei cookie, è possibile leggere l'informativa sui cookies.