Vai direttamente a:

Il pensiero di Don Luigi Sturzo

Antonio Palmieri

Tra gennaio e marzo 1999 assieme agli amici della Consulta Cattolica ho organizzato il “Corso introduttivo al pensiero di don Luigi Sturzo”, con la fondamentale collaborazione del Centro Internazionale Studi Luigi Sturzo.

Di seguito puoi leggere gli atti del corso: spero ti possano essere utili come lo sono stati a me.

  • Introduzione
  • 1 – Perchè Sturzo era antistatalista – Contro lo Stato-padrone, per uno Stato decentrato fautore del principio di sussidiarietà e al servizio dei cittadini :
    Relatore: Giovanni Palladino, presidente Centro Internazionale Studi Luigi Sturzo
    Testimonianza: Alberto Zorzoli, vicepresidente Regione Lombardia
  • 2 – Sturzo sindaco, “applicatore” della rerum novarum – L’esperienza di Caltagirone, modello di come si amministra un Comune :
    Relatore: Marco Vitale, Economista d’impresa
    Testimonianza: On. Mario Valducci, responsabile nazionale Enti Locali Forza Italia
  • 3 – Il regionalismo di Luigi Sturzo – In che cosa consiste l’autentica autonomia delle realtà locali :
    Relatore: Prof. Gianfranco Morra, Docente di sociologia, Università di Bologna
    Testimonianza: On. Paolo Romani, Coordinatore Forza Italia Lombardia
  • 4 – Il decalogo del buon politico – Attualità e applicabilità dell’insegnamento sturziano :
    Relatore: Daniela Vidoni, Responsabile Centro Internazionale Studi Luigi Sturzo Friuli-Venezia Giulia
  • 5 – Sturzo liberale contro lo statalismo – Le virtù del capitalismo democratico e i vizi del capitalismo di Stato :
    Relatore: Lorenzo Infantino, Professore di sociologia presso la LUISS di Roma, Presidente del Comitato scientifico del Centro Internazionale Studi Luigi Sturzo
Protected with SiteGuarding.com Antivirus
Continua

Questo sito Web utilizza i cookie. Continuando a utilizzare questo sito Web, si presta il proprio consenso all'utilizzo dei cookie.
Per maggiori informazioni sulle modalità di utilizzo e di gestione dei cookie, è possibile leggere l'informativa sui cookies.