Vai direttamente a:

Scano: con l’innovazione le disabilità diventano una risorsa

Antonio Palmieri

Archivio del mese di aprile 2015

Scano: con l’innovazione le disabilità diventano una risorsa

Scritto da Antonio Palmieri | 24 aprile 2015 | Tecnologia Solidale

Il fondatore e presidente di IWA Italy, che riceverà un premio per l’impegno per la standardizzazione dell’accessibilità, non ha dubbi: «Se forniamo soluzioni innovative, offriamo un mercato alle imprese. Il futuro è un mondo con tutti, nessuno escluso» (altro…)


Difendere la famiglia non è una questione di fede, ma di convenienza per la comunità

Scritto da Antonio Palmieri | 23 aprile 2015 | Prima Pagina


Il cavaliere che aiuta a saltare gli ostacoli quotidiani

Scritto da Antonio Palmieri | 17 aprile 2015 | Tecnologia Solidale

Ferdinando Acerbi, ex atleta olimpico di equitazione, dopo un incidente che ha compromesso l’uso delle gambe, ha fondato Henable.me. La startup, incubata da H-Farm, ha lanciato un’app per semplificare l’accesso alle zone ZTL in tutta Italia (altro…)


La finanza a impatto sociale

Scritto da Antonio Palmieri | 16 aprile 2015 | EVENTI NOTEVOLI

Oggi alla 18.15 sarò tra i relatori del convegno “Driving Innovation through Corporate Impact Venturing: A Primer on Business Transformation”. Le imprese italiane e la sfida della finanza ad impatto sociale.”.

Organizzato dall’Osservatorio sulla finanza ad Impatto Sociale del Politecnico di Milano, il rapporto che presenteremo analizza come i giorni della Corporate Social Responsibility (CSR) tradizionale – implementata in modo non strategico e in una logica rettiva, consumando risorse e producendo limitati benefici reputazionali – stiano rapidamente volgendo al termine.
L’interesse delle imprese si sta spostando da un approccio focalizzato sulla dimostrazione dell’accountability verso l’esterno ad uno che mira ad implementare processi produttivi in grado di perseguire un impatto sociale e allo stesso tempo un ritorno finanziario. Si tratta di una modalità molto più ambiziosa in termini di scala e impatto che ha come obiettivo la generazione di reali ritorni economici, l’aumento dell’efficacia e un potenziale effetto leva sia per le imprese che per la società tramite nuovi modelli di creazione del valore nei mercati esistenti ed emergenti.
Nel rapporto, frutto di quattro anni di ricerca sul campo, si analizzano i mega-trend che stanno caratterizzando la creazione di valore sostenibile, si evidenziano i limiti degli attuali approcci di CSR e si propone un nuovo framework grazie al quale le imprese possono rispondere a bisogni sociali emergenti attraverso il proprio core business, sia creando valore sociale che conseguendo ritorni finanziari significativi. Focalizzandosi sull’innovazione, si introduce inoltre, il concetto di Corporate Impact Venturing (CIV), che viene indicato come il metodo più efficace a disposizione delle imprese che sempre più si trovano a dover conciliare obiettivi finanziari, sociali e ambientali. Individuare soluzioni innovative e business model in grado di unire le diverse dimensioni costituisce un’enorme sfida, soprattutto per le imprese consolidate. Tuttavia, si può trarre insegnamento dal venture capital per la generazione di nuove idee, modelli e tecnologie tramite gli investimenti. Il Corporate Impact Venturing infatti, parte da questa base e amplia il discorso, applicando la logica dell’investimento alla generazione di valore sostenibile. A tal proposito, il report include una serie di esempi e soluzioni che mostrano in concreto gli approcci utilizzati in diversi settori e fornisce delle indicazioni sul processo da seguire per costruire un Corporate Impact Program (CIP) che permetta di realizzare una trasformazione del modello di business.
In un momento in cui le sfide sociali e tecnologiche diventano sempre più rilevanti, la creazione di nuove iniziative imprenditoriali attraverso lo strumento dell’impact investing rappresenta quindi una grande opportunità per conseguire risultati realmente significativi dal punto di vista economico e sociale. Grazie ai consigli contenuti nel rapporto, le imprese possono divenire generatori di modelli di business innovativi nella nascente Impact Economy – garantendo il proprio futuro in un mondo mutevole e producendo un impatto sociale positivo.


Convegno Federmanager sulle competenze digitali

Scritto da Antonio Palmieri | 16 aprile 2015 | EVENTI NOTEVOLI

Questa mattina sarò tra i relatori del convegno “COMPETENZE DIGITALI E SMARTWORKING. Opportunità di economia ed efficienza per le imprese e la P.A., organizzato da Federmanager a Napoli, presso l’Università Parthenope Villa Doria D’angri – Via Petrarca, 80

L’obiettivo è di esaminare quanto Istituzioni Europee, Governo, Autorità Regionali e Imprese Multinazionali  leader del settore ed operanti anche nel nostro Paese stanno  facendo per la realizzazione di un piano di “alfabetizzazione” digitale del nostro Paese.

Ecco il programma:

9.30 – REGISTRAZIONE DEI PARTECIPANTI

10.00 – APERTURA DEI LAVORI

  • Stefano Caldoro, Presidente Regione Campania 
  • Claudio Quintano, Rettore Università degli Studi di Napoli “Parthenope”
  • Antonio Scuotto, Presidente Federmanager Napoli

10.15 – INTERVENTI  

  • Luigi Bianco, Commissione Studi “Agenda Digitale” Federmanager Napoli
  • Marco Vari, Dipartimento Ingegneria di Impresa, Università degli Studi di Roma “Tor Vergata”

10.45 – TESTIMONIANZE   

  • Giorgia Albetino, Google Italy
  • Gaetano Cafiero, Presidente Sezione ICT Unione degli Industriali di Napoli
  • Augusto Coriglioni, Ibm 
  • Sergio Gianotti, Alcatel Lucent 
  • Agostino Santoni, Cisco Italia                         

11.30 – TAVOLA ROTONDA

  • Massimiliano Manfredi, Deputato PD – Componente Commissione Ambiente, Territorio e Lavori Pubblici 
  • Antonio Palmieri, Deputato – Responsabile Internet e Nuove Tecnologie di Forza Italia
  • Severino Nappi, Assessore al Lavoro e alla Formazione, Regione Campania
  • Umberto Ranieri,  Presidente della Fondazione Mezzogiorno Europa
  • Guelfo Tagliavini, Coordinatore Nazionale Federmanager per l’Agenda Digitale

13.00 – CHIUSURA DEI LAVORI

Giorgio Ambrogioni, Presidente Federmanager

Moderatore: Enzo Agliardi – Giornalista Economico


Renzi non faccia lo spaccone con la riforma del Terzo Settore

Scritto da Antonio Palmieri | 14 aprile 2015 | Prima Pagina


Terzo settore, luogo della sussidiarietà

Scritto da Antonio Palmieri | 2 aprile 2015 | EDITORIALE, Prima Pagina

Terzo Settore, luogo della sussidiarietà


FightTheStroke, quello che manca è un’opportunità

Scritto da Antonio Palmieri | 2 aprile 2015 | Tecnologia Solidale

Francesca e il marito Roberto hanno dimostrato con il figlio Mario, colpito da ictus perinatale, che la tecnologia può aiutare chi ha uno svantaggio fisico. Non si sono arresi, hanno creato un network internazionale che lavora sulla diagnosi precoce e sulle tecniche di riabilitazione. La loro storia è ora in un libro (altro…)


Agenzia per l’Italia Digitale: è ora di cambiare passo

Scritto da Antonio Palmieri | 1 aprile 2015 | Prima Pagina, RASSEGNA STAMPA

“Costanza, competenza e supporto politico”. Sono queste le tre parole d’ordine per far finalmente funzionare l’Agenzia per l’Italia, a detta di Antonio Palmieri, deputato di Forza Italia e responsabile Innovazione del partito.

Dopo le dimissioni di Alessandra Poggiani da direttore generale per Agid si apre un nuovo capitolo per l’Agenda digitale. Cosa dobbiamo aspettarci?

Le dimissioni della Poggiani sono l’ennesima dimostrazione che, purtroppo, l’Agenzia  nata sotto una cattiva stella. Rispetto alle novità che possiamo aspettarci, posso solo auspicare che l’ente sia messo nelle condizioni di operare, anche perché è in gioco il futuro del Paese. (altro…)



Tecnologia Solidale
Continua

Questo sito Web utilizza i cookie. Continuando a utilizzare questo sito Web, si presta il proprio consenso all'utilizzo dei cookie.
Per maggiori informazioni sulle modalità di utilizzo e di gestione dei cookie, è possibile leggere l'informativa sui cookies.