Vai direttamente a:

Spazzatura napoletana e spazzatura mediatica

Antonio Palmieri

Archivio del mese di ottobre 2010

Spazzatura napoletana e spazzatura mediatica

Scritto da Antonio Palmieri | 29 ottobre 2010 | Prima Pagina

La “vecchia” spazzatura napoletana e la nuovo spazzatura mediatica contro Berlusconi stanno per essere spazzate via.

Ieri lo spiegato il premier, prima a Terzigno e poi a Bruxelles.
A Napoli si sta tornando alla normalità. Per Ruby c’è stato solo un atto di generosità per una ragazza in difficoltà.

Lei stessa lo spiega in una intervista al Tgcom: “”Sono stata ad Arcore solo una sera e quello che raccontano i giornali sono cazzate. Dietro questo polverone c’è una sola persona, il giudice Pietro Forno. Mi ha usata per attaccare il premier”.

“Un’amica mi ha portato nella villa del presidente Berlusconi il 14 febbraio, è l’unica volta che ci sono stata, ma nessuno sapeva che ero minorenne, io ho detto di avere 24 anni. La serata è stata tranquilla, prima una cena, poi il premier si è messo a cantare. Era la prima sera che mi vedeva e per questo mi ha dedicato una canzone”. Verso mezzanotte Ruby lascia Arcore. “Il premier – rivela la giovane – mi ha regalato una collana di Damiani e dato una busta. Tornando, mentre ero in taxi, l’ho aperta e c’erano 7mila euro in contanti”.

E’ normale ricevere tutti questi soldi la prima sera che vede una persona? “No” risponde lei, chiarendo che dietro la cifra non c’erano però proposte o ricompense ad atti sessuali “né da parte di Berlusconi, né di altri partecipanti alla serata”. “L’amica che mi ha portato ad Arcore – continua Ruby – ha raccontato al presidente la mia storia e gli ha detto che avevo bisogno di aiuto. Per questo motivo lui mi ha dato la busta”.

Poco tempo dopo, Ruby finisce in tribunale, accusata di furto dalla ex coinquilina. “In quell’occasione ho conosciuto Nicole Minetti, penso che l’abbia chiamata la stessa amica che mi ha portato ad Arcore”. Quel giorno si è scoperto che Ruby in realtà era minorenne….Poi ho parlato anche con il presidente del Consiglio: “Ho già avuto tanti problemi, avresti dovuto dirmelo che eri minorenne, mi spiace ma non potremo più vederci”, le ha detto il premier.

La giovane marocchina è amareggiata, non lo nasconde. “Dietro questa storia c’è la volontà di attaccare il presidente del Consiglio, ma io non c’entro nulla. L’artefice di tutto ciò è il giudice Pietro Forno. Lui non è mai stato interessato alla mia storia e alle mie vicende in comunità: voleva solo colpire il premier e per farlo mi ha usata”.

Ma chi c’era quel giorno ad Arcore? Oltre a Berlusconi c’era Emilio Fede ma dal racconto di Ruby ne esce una normale serata goliardica: “Canzoni, racconti, niente sesso”..


29 ottobre 2010

Scritto da Antonio Palmieri | 29 ottobre 2010 | CALENDIARIO

Dopo aver lavorato via internet da casa, alle 10.30 vado ai funerali del papà dell’assessore Squeri. Poi lavoro in sede.


Dalla posta per me/Perchè il Lodo può essere reiterabile

Scritto da Antonio Palmieri | 26 ottobre 2010 | Prima Pagina
Francesco mi scrive:
Credo che il Lodo Alfano non serva a proteggere una funzione, come sostiene in malafede Fini, ma la persona che, secondo le regole della democrazia, la esercita. Se questa persona, dopo aver svolto un ruolo, sempre in conseguenza di scelte democratiche, viene chiamata a svolgerne un’altra, perché un’inchiesta dovrebbe influire su questa scelta? Il problema è solo di democrazia. Se i parlamentari non volessero eleggere Berlusconi Presidente della Repubblica, potrebbero sempre farlo, ma perché impedirglielo? Pensi che valga la pena spiegarlo a tutti i simpatizzanti, perché possano argomentare contro opposizioni interne ed esterne?

26 ottobre 2010

Scritto da Antonio Palmieri | 26 ottobre 2010 | CALENDIARIO

Oggi parteciperò, come Presidente dei Parlamentari del Cuore Camera dei Deputati, al seminario “Defribrilazione precoce: tra qualità e integrazione” che si terrà dalle ore 10.30 alle 13.15 a Palazzo della Minerva, Sala Capitolare in Piazza della Minerva 28 a Roma.


Pieghevole

Scritto da Antonio Palmieri | 25 ottobre 2010 | Le ultime pubblicazioni per comunicare l'attività del governo

Pieghevole


25 ottobre 2010

Scritto da Antonio Palmieri | 25 ottobre 2010 | CALENDIARIO

Giornata di lavoro milanese su vari fronti. Dalla comunicazione dell’attività di governo a nuove iniziative on line alla politica per internet


Famiglia Cristiana: “I videogiochi? Usati bene…”

Scritto da Antonio Palmieri | 22 ottobre 2010 | RASSEGNA STAMPA

Questo articolo è sul numero di Famiglia Cristiana in edicola dal 21 ottobre


Libero Roma: “Games Forum”

Scritto da Antonio Palmieri | 22 ottobre 2010 | RASSEGNA STAMPA

Ecco l’articolo sulla seconda edizione Games Forum 2010 che ho presieduto e organizzato in Parlamento


22 ottobre 2010

Scritto da Antonio Palmieri | 22 ottobre 2010 | CALENDIARIO

Alle 11 farò una lezione sulla presenza on line del PDL presso la Facoltà di Scienze Politiche dell’ Università statale di Milano


Ho aderito a “Un libro per amico”. Vuoi farlo anche tu?

Scritto da Antonio Palmieri | 21 ottobre 2010 | Prima Pagina

Ho aderito con entusiasmo all’iniziativa “Un libro per amico”,  promossa a favore dei detenuti di San Vittore dalla casa editrice Ares.

Si tratta in sostanza di regalare ai carcerati di San Vittore uno o più volumi presenti nel catalogo delle Edizioni Ares, con lo sconto del 50% sul prezzo di copertina.

L’iniziativa nasce dal preesistente progetto «SOPHIA», un percorso di formazione culturale su tematiche esistenziali fondamentali, per i detenuti del Carcere di Milano.

Dopo quattro anni si è formato un gruppo di carcerati che ha chiesto di dare continuità alla formazione oltre i tempi ristretti della lezione, potendo approfondire anche in altri modi gli argomenti e le problematiche affrontate. «UN LIBRO PER AMICO» è una prima, concreta risposta a questa richiesta dei detenuti.

So bene che le problematiche delle carceri sono molto più grandi. Questa iniziativa è però un piccolo gesto concreto che aiuta a recuperare il ruolo della pena in carcere come momento di rieducazione. Vi ho aderito con gioia. Vuoi farlo anche tu?



Tecnologia Solidale
Continua

Questo sito Web utilizza i cookie. Continuando a utilizzare questo sito Web, si presta il proprio consenso all'utilizzo dei cookie.
Per maggiori informazioni sulle modalità di utilizzo e di gestione dei cookie, è possibile leggere l'informativa sui cookies.