Vai direttamente a:

Martedì in libreria: “L’amore vince sempre sull’invidia e sull’odio”

Antonio Palmieri

Archivio del mese di febbraio 2010

Martedì in libreria: “L’amore vince sempre sull’invidia e sull’odio”

Scritto da Antonio Palmieri | 27 febbraio 2010 | Prima Pagina

Martedi’ prossimo, 2 marzo, sara’ in libreria “L’amore vince sempre sull’invidia e sull’odio”.

E’ un libro che raccoglie una parte dei messaggi di sostegno pervenuti a Forzasilvio.it nei giorni immediatamente seguenti l’aggressione subita dal premier in piazza Duomo a Milano, con una riflessione-appello di Berlusconi scritta appositamente per l’occasione.

I contenuti “extra” del libro – il testo del discorso della “Discesa in campo”, la parte del discorso del presidente Berlusconi al congresso fondativo del PDL del 27 marzo 2009, la sintesi delle realizzazioni del governo da maggio 2008 a gennaio 2010 – lo completano e rendono ancora più evidente la sintonia tra Berlusconi e il suo popolo.

Curare questo libro e’ stata per me (e per coloro che mi hanno aiutato) una esperienza davvero unica, a tratti emozionante. Scegliere i messaggi e’ stato difficile, erano tutti belli. Purtroppo non potevamo metterli tutti: gli oltre 600 pubblicati nel libro sono solo una piccola parte degli oltre 50.000 pervenutici… per stamparli tutti ci sarebbe voluto un volume dell’enciclopedia Treccani.


A proposito della sentenza contro Google

Scritto da Antonio Palmieri | 24 febbraio 2010 | Prima Pagina

Al di là del merito tecnico, il vero tema sollevato dalla sentenza di condanna dei tre dirigenti di Google da parte del tribunale di Milano è come conciliare libertà e responsabilità in internet.

L’evoluzione e la crescita della rete impongono di avviare una riflessione approfondita fra tutti coloro che hanno a cuore lo sviluppo di internet.

La rete non può essere un luogo senza legge e al tempo stesso deve rimanere un luogo di libertà.

La via maestra per mantenere in equilibrio queste due esigenze è quella di un accordo stabile tra i proprietari di social network e le istituzioni e, insieme, una profonda azione educativa nei confronti di tutti coloro che diffondono contenuti online, a cominciare dai più giovani.


Lettera a Il Foglio di oggi

Scritto da Antonio Palmieri | 23 febbraio 2010 | Prima Pagina

“Strano paese: è lecito uccidere con l’aborto i bimbi down prima che nascano ma (giustamente, ci mancherebbe) non si possono offendere su facebook una volta nati”. Da meditare


La strategia della campagna elettorale

Scritto da Antonio Palmieri | 19 febbraio 2010 | Prima Pagina

A pochi giorni dall’inizio ufficiale, è chiaro a quale tipo di della campagna elettorale stiamo andando incontro.

Falliti in parte e ridimensionati, almeno per ora, i tentativi di un attacco frontale a Berlusconi su più fronti (personale, economico, giudiziario) ora la strategia è duplice: da un lato si colpiscono con accuse infamanti gli uomini più vicini al premier e che simboleggiano il governo del fare (Bertolaso, Letta), usando il consueto abbinamento giudiziario-mediatico, e la pubblicazione di intercettazioni telefoniche opportunamente decontestualizzate. Dall’altro si usano episodi di corruzione/conscussione di singoli esponenti locali del PDL (assolutamente vergognosi e da condannare duramente) per far passare il messaggio che il partito di Berlusconi è un partito di ladri e malavitosi.

E’ il solito gioco sporco, al quale noi opponiamo una campagna elettorale fondata su due linee strategiche. La scelta di candidati presidenti affidabili e credibili, alfieri della “moralità del fare” che è la caratteristica della politica berlusconiana. La divulgazione delle cose finora realizzate dal governo, come esempio del buon governo che vogliamo portare in tutte le regioni. Per continuare a governare bene in Lombardia e Veneto, per girare finalmente pagina in tutte le altre regioni, finora guidate dalla sinistra. Da qui la proposta di un messaggio chiaro: “Fai vincere anche nella tua regione il governo del fare” che sintetizza il tema principale della nostra campagna elettorale.

Ci attendono settimane impegnative: ne vedremo delle “belle”. Purtroppo…


15 febbraio 2010

Scritto da Antonio Palmieri | 15 febbraio 2010 | CALENDIARIO

Oggi lavoro a Milano, perfezionando la preparazione dei materiali per la campagna elettorale delle regionali


Disordini di Via Padova: bravo Maroni!

Scritto da Antonio Palmieri | 15 febbraio 2010 | Prima Pagina

L’approccio del ministro dell’interno alla situazione determinatasi dopo gli scontri e i disordini di Via Padova a Milano mi sembra equilibrato e giusto.
Lo puoi verificare leggendo l’intervista di Maroni al Corriere della Sera


E ora attaccano Bertolaso

Scritto da Antonio Palmieri | 12 febbraio 2010 | Prima Pagina

Il tassista che ieri mi ha portato a Fiumicino parlando bene del governo (spontaneamente e senza sapere chi fossi) mi ha citato tra le prime due cose fatte i rifiuti di Napoli e l’intervento in Abruzzo. Due successi riconosciuti da tutti, incontestabili, targati Berlusconi-Bertolaso. 
Al via della campagna elettorale delle regionali, nella quale Berlusconi ha annunciato che è sua intenzione far conoscere in dettaglio tutte le cose fatte dal suo governo (“Il governo del fare”) arriva l’attacco a Bertolaso e di conseguenza alle realizzazioni che l’hanno visto protagonista.
Ovviamente il metodo è sempre lo stesso: avviso di garanzia sui giornali, perquisizione spettacolare e raccontata dai media, pubblicazione di intercettazioni che non potrebbero essere rese pubbliche, contestualizzazione delle intercettazioni in modo ambiguo, per forzarne l’interpretazione contro Bertolaso, accostamento nei titoli e nei sommari di giornali e Tg delle intercettazioni dei due sciacalli che ridono dopo il terremoto pregustando una possiblità di business con il nome di Bertolaso, per suggerire un accostamento a lui.

Come non pensare di essere davanti al solito copione: colpire Bertolaso per colpire Berlusconi durante una importante campagna elettorale?
Vedremo gli sviluppi della vicenda Ecco qui la risposta di Bertolaso


Berlusconi alle suore Misericordine: dolore per non aver evitato la morte di Eluana

Scritto da Antonio Palmieri | 9 febbraio 2010 | Prima Pagina

“Carissime sorelle, e’ trascorso ormai un anno dalla scomparsa di Eluana Englaro. Vorrei ricordarla con voi e condividere il rammarico e il dolore per non aver potuto evitare la sua morte”. E’ un passaggio della lettera che Silvio Berlusconi ha scritto alle suore Misericordine di Lecco, che  -a un anno dalla sua scomparsa – per 14 anni hanno curato Eluana Englaro.

Il messaggio e’ stato recapitato alle sorelle dal ministro del Welfare, Maurizio Sacconi, che questa mattina si e’ recato alla casa di cura Beato Talamoni per un incontro riservato. Il premier, nel messaggio, ringrazia le suore per “la discreta e tenace testimonianza di bene e di amore” che hanno dimostrato negli anni.

“I gesti di cura che avete avuto per Eluana e per tutte le persone che assistete lontano dai riflettori e dal clamore in cui invece sono immerse le nostre giornate, sono un segno di carita’, un esempio da seguire per me e per tutti noi che abbiamo la responsabilita’ di governare il nostro amato Paese”. Il messaggio di Berlusconi si chiude con la richiesta alle suore Misericordine di una preghiera speciale per l’Italia affinche’ “ritrovi pace e serenita’ nella vita pubblica e in quella privata di ciascuno di noi”.


Decreto Romani: risolti gli equivoci relativi al web

Scritto da Antonio Palmieri | 4 febbraio 2010 | Prima Pagina

Ancora una volta abbiamo dimostrato che nè il governo nè la maggioranza intendono “mettere le mani su internet”, limitando la libertà di espressione on line o rendendo più pesante burocraticamente il lavoro degli operatori.
 
Come avevo proposto ieri nel mio intervento in commissione, i relatori (d’intesa col governo) hanno reso più chiara la definizione di media audiovisivo contenuta nel primo comma dell’art. 4 della bozza (bozza!) di decreto proposto al voto della Camera.
Chiarendo la definizione e dicendo a chiare lettere che sono esclusi da questa definizione i soggetti come i gestori di siti web e gli internet provider la questione è risolta, sgombrando il campo da ogni equivoco.
 
Non si poteva semplicemente stralciare la norma (via che abbiamo seguito ad esempio quando alla Camera abbiamo bocciato nel decreto sicurezza dello scorso anno il famigerato emendamento D’Alia) perchè la direttiva europea al punto 20 prevede che si debba normare almeno in parte l’audiovisivo diffuso internet: “La radiodiffusione televisiva attualmente comprende, in particolare, la televisione analogica e digitale, la trasmissione continua in diretta (live streaming), la trasmissione televisiva su Internet (webcasting) e il video quasi su domanda (near-video-on-demand)….”. 

Tutto è bene quel che finisce bene.


4 febbraio 2010

Scritto da Antonio Palmieri | 4 febbraio 2010 | CALENDIARIO

Oggi in commissione voteremo il “famigerato” decreto Romani. Ieri nel mio intervento in commissione ho suggerito alcune modifiche – governo e relatori sono d’accordo – che chiariscono come il governo non intende “mettere le mani sul web”…



Tecnologia Solidale
Continua

Questo sito Web utilizza i cookie. Continuando a utilizzare questo sito Web, si presta il proprio consenso all'utilizzo dei cookie.
Per maggiori informazioni sulle modalità di utilizzo e di gestione dei cookie, è possibile leggere l'informativa sui cookies.