Vai direttamente a:

Dunque Berlusconi voleva licenziare Maurizio Costanzo con una bomba

Antonio Palmieri

Archivio del mese di novembre 2009

Dunque Berlusconi voleva licenziare Maurizio Costanzo con una bomba

Scritto da Antonio Palmieri | 30 novembre 2009 | Prima Pagina

La migliore sull’ultima vergognosa campagna contro Berlusconi l’ha detta stamattina a Omnibus Franco Bechis, vicedirettore di Libero. Poichè Berlusconi nel 1993 voleva togliere Maurizio Costanzo dalla programmazione di Canale 5, invece di licenziarlo ha pensato bene di fargli un attentato mafioso per toglierlo di mezzo.
Qui puoi leggere il comunicato del nostro presidente…e qui i risultati aggiornati a fine ottobre dei grandi risultati del governo della lotta contro la mafia

IMPORTANTE: BECHIS HA FATTO QUESTO PARADOSSALE ESEMPIO PER AFFERMARE CHE LE ACCUSE CONTRO BERLUSCONI SONO SURREALI E DEL TUTTO CAMPATE PER ARIA…


30 novembre 2009

Scritto da Antonio Palmieri | 30 novembre 2009 | CALENDIARIO

Oggi alle 9 le adesioni al gruppo di www.natalesiamonoi.it su Facebook erano 1.579. Arriveremo a 2.000 entro domani sera?


27 novembre 2009

Scritto da Antonio Palmieri | 27 novembre 2009 | CALENDIARIO

dopo aver lavorato al mattino presto da casa via web, sono allo IULM dove partecipo a un seminario sui social media…e contemporaneamente lavoro via cellulare


26 novembre 2009

Scritto da Antonio Palmieri | 26 novembre 2009 | CALENDIARIO

Il gruppo di Natalesiamonoi! su Facebook ha sueprato le 900 persone aderenti in un giorno. Riusciremo a diventare 1.000 oggi?


25 novembre 2009

Scritto da Antonio Palmieri | 25 novembre 2009 | CALENDIARIO

oggi alle 15 presento il question time del pdl al ministro Brunetta. Tema la riforma della pubblica amministrazione.Diretta alle 15 su RAIDUE…


In coma da 23 anni ma capiva tutto. Capiranno tutto tutti, ora?

Scritto da Antonio Palmieri | 24 novembre 2009 | Prima Pagina

Questa mattina ho ascoltato al Tg5 questa notizia apparentemente incredibile: in Belgio un uomo è stato in stato vegetativo dopo un incidente per 23 anni, ma in realtà capiva tutto ed era perfettamente lucido.
Questa notizia conferma il fatto che per le persone in stato vegetativo non possono comunicare con l’esterno ma “dentro” ci sono. In questo caso il progresso della scienza ha consentito di arrivare a capire che quest’uomo, Ron Houben, “c’era” ancora. 
C’è di che riflettere, dopo la vicenda di Eluana e alla vigilia della discussione alla Camera della legge sul fine vita. Molto…


E’ on line “Natale siamo noi 2009”

Scritto da Antonio Palmieri | 23 novembre 2009 | Prima Pagina

Come faccio dal 2006, anche quest’anno ho rilanciato la mia piccola iniziativa a favore del presepe nelle scuole. Un’occasione per dare più senso alle festività natalizie e far comprendere agli alunni, italiani e stranieri, chi siamo e da dove veniamo. Diffondi anche tu Natale siamo noi


Convegno Testimoni di pluralismo

Scritto da Antonio Palmieri | 20 novembre 2009 | EVENTI NOTEVOLI

Sarò in platea a questo importante convegno sulla libertà di educazione che si tiene al Teatro Dal Verme di Milano, “Testimoni di pluralismo


Festa sturziana

Scritto da Antonio Palmieri | 20 novembre 2009 | EVENTI NOTEVOLI

Oggi pomeriggio, sarò tra i relatori della “Festa sturziana”, organizzata in memoria dei cinquant’anni della morte di don Luigi Sturzo. L’evento avverrà presso l’Auditorium del consiglio regionale della Regione Lombardia ed è organizzato dal gruppo MEPI (Movimento Europeo per il Progresso e l’Innovazione) e dal gruppo consiliare PDL della Regione Lombardia. Leggi il programma


Rapporto Censis: il boom dei social network in Italia

Scritto da Antonio Palmieri | 20 novembre 2009 | Prima Pagina

L’ottavo rapporto Censis sulla comunicazione certifica, tra le altre cose, il boom dei social network in Italia. Sarebbero 19 milioni gli italiani che li usano, I numeri per quanto riguarda internet sono sempre da prendere con cautela, però credo che questa tendenza sia indubitabile e presenta nuovi scenari per chi fa politica e per chi fa comunciazione politica.



Tecnologia Solidale
Continua

Questo sito Web utilizza i cookie. Continuando a utilizzare questo sito Web, si presta il proprio consenso all'utilizzo dei cookie.
Per maggiori informazioni sulle modalità di utilizzo e di gestione dei cookie, è possibile leggere l'informativa sui cookies.