Vai direttamente a:

31 luglio 2007

Antonio Palmieri

Archivio del mese di luglio 2007

31 luglio 2007

Scritto da Antonio Palmieri | 31 luglio 2007 | CALENDIARIO

Ieri papà si è aggravato. L’ho trovato con la mschera dell’ossigeno e con pulsazioni del cuore e saturazione del sangue sotto monitoraggio costante ed è sotto antibiotici. Ha tossito e dormito per le due ore in cui sono rimasto con lui. Il medico mi ha detto che è dovuto all’allettamento che dura dal 19 maggio e che gli provoca un intasamento di catarro nei polmoni, con conseguente febbre e tosse. Speriamo non diventi polmonite, perchè le persone nelle sue condizioni sono molto esposte e più fragili…


Fare la Confederazione della libertà? Mi scrive un lettore

Scritto da Antonio Palmieri | 30 luglio 2007 | EDITORIALE

Spettabile onorevole Palmieri, da sempre seguo con interesse le newsletter che invia attraverso il sito di Forza Italia.Le scrivo perche’ mi domando se dopo che la sinistra ha formato il Partito Democratico non sarebbe il caso di fare a destra anche un partito unico. In considerazione di quanto detto negli ultimi giorni da Berlusconi a Fini, non potrebbe essere un alternativa valida fare una confederazione unica di partiti, come Forza Italia, Alleanza Nazionale e UDC, ecc che pero’ abbia un nome unico, come il partito democratico?

Cio’ consentirebbe di avere sempre la propria indipendenza ma al contempo di rapprresentare una novità nonche’ alternativa al pd.

CHE NE PENSA? saluti

Remo P., Messina


30 luglio 2007

Scritto da Antonio Palmieri | 30 luglio 2007 | CALENDIARIO

Ieri papà aveva una bella cera ed è stato sveglio per tutte le due ore e mezzo trascorse insieme. Purtroppo la voce non gli è ancora tornata, nonostante non abbia più la trachetomia da oramai tre settimane abbondanti….Oggi dovrebbe cominciare la rieducazione, molto dipende anche dall’andamento della piaga da decubito. Vedrò oggi pomeriggio, quando sarò con lui dalle 15.30 alle 17.30.


Intercettazioni: tre motivi per dire no

Scritto da Antonio Palmieri | 28 luglio 2007 | EDITORIALE

“Noi voteremo contro l’utilizzo delle intercettazioni dei parlamentari. Lo faremmo chiunque fosse il parlamentare intercettato. Lo facciamo questa volta, quando i parlamentari intercettati sono personaggi di spicco della sinistra, perchè riteniamo che lo Stato non debba essere invasivo nella vita privata. Siamo sottoposti a un sistema di controllo dei telefoni che non ha pari in nessuna democrazia del mondo”. 

Con queste parole Silvio Berlusconi ha ribadito che Forza Italia voterà no all’utilizzo delle intercettazioni telefoniche sulla vicenda Unipol, che coinvolgono Fassino, D’Alema e Latorre.

E’ una posizione coraggiosa e controversa, che merita di essere seguita per almeno tre motivi:

  1. L’atteggiamento di Forza Italia marca ancora una volta la differenza tra noi e loro. Per noi alcuni principi e valori sono veri sempre, non solo quando tornano comodi. Se una cosa è sbagliata è sbagliata anche se la subiscono i tuoi avversari. Il corto circuito mediatico-giudiziario è sbagliato in quanto tale, perché non rispetta la vita delle persone e mette lo Stato in condizione di violare la loro libertà. Questo è il punto, questo il principio da salvaguardare.

  2. Dopo quello che è emerso nella vicenda Unipol, dopo la loro reazione alla pubblicazione dei testi delle telefonate e alla richiesta della pm Forleo, i DS hanno già perso definitivamente – e agli occhi di tutti, elettori di sinistra compresi – quel poco di “superiorità morale” che si ostinavano a ostentare. Come ha detto Sandro Bondi, ”tutto potevo immaginare nella mia vita fuorché vedere Berlusconi difendere i principi fondamentali della civiltà giuridica anche a nome e a tutela di una sinistra vittima degli stessi demoni che ha suscitato”.

  3. Anche in questa occasione Silvio Berlusconi si conferma un leader a tutto tondo, che non si limita a cercare il consenso dei propri sostenitori ma è capace di sostenere posizioni forti, anche in controtendenza rispetto a parte del proprio elettorato, come dimostrano i messaggi giunti (e pubblicati) in Spazio Azzurro, sul nostro sito nazionale


28 luglio 2007

Scritto da Antonio Palmieri | 28 luglio 2007 | CALENDIARIO

Ieri giornata interlocutoria. Papà non ha febbre, sembra tranquillo, ieri pomeriggio, durante il tempo della visita ha prevalentemente dormito. Vedremo cosa accadrà in questo fine settimana. L’enorme piaga da decubito sicuramente impedisce di cominciare il tentativo di recupero e di riabilitazione ma almeno a Villa Beretta gli hanno dato il letto antidecubito.


Ieri ho ricevuto questa e-mail…nel commento la mia risposta

Scritto da Antonio Palmieri | 27 luglio 2007 | EDITORIALE

Salve, sono uno studente del terzo anno di scienze politiche: in vista della preparazione della mia tesi sto conducendo un’indagne campionaria tra i parlamentari per chiedere se sono o meno d’accordo a
ridurre il numero dei parlamentari e a separare le funzioni delle due camere. Se vuole oltre alla risposta può aggiungere anche un breve commento.
Grazie per la collaborazione
Paolo Maiocchi


27 luglio 2007

Scritto da Antonio Palmieri | 27 luglio 2007 | CALENDIARIO

A Villa Beretta di Costa Masnaga si entra nei giorni feriali dalle 17 e i festivi dalle 15.30. Ieri siamo potuti rimanere lì tutto il giorno, perchè era la prima volta. Il posto è molto bello: posizione panoramica, strutture e camere nuove e accoglienti, personale efficiente e cortese, a prima vista almeno. Papà rimarrà lì per un mese. Alla fine di agosto i medici ci diranno cosa pensano di fare, in unzione dei suoi progressi. Di sicuro non sarà più autosufficiente, quanto meno dal punto di vista del funzionamento della testa, questo ce l’hanno ribadito anche ieri più volte, non potrà più vivere da solo.
Ultima cosa, la più negativa di ieri: i medici ieri ci hanno fatto vedere la piaga da decubito di papà. E’ spaventosa ed estesa, altro che la “piaghetta” che ci avevano detto al Policlinico….


26 luglio 2007

Scritto da Antonio Palmieri | 26 luglio 2007 | CALENDIARIO

Questa mattina siamo partiti per la Villa Beretta a Costamasnaga.
Elisabetta e io da casa, papà dall’ ospedale. Il posto è molto bello, siamo in attesa di parlare con i medici. Lui è tranquillo e desto.


E’ arrivato anche Enrico Letta. I “fantastici” quattro sono al completo. E Adinolfi?

Scritto da Antonio Palmieri | 25 luglio 2007 | EDITORIALE

Enrico Letta ha annunciato la sua candidatura con un video on line. Ne hanno dato notizia tutti i media tradizionali, perchè anche questa è la convergenza…però si ostinano a ignorare la candidatura di Mario Adinolfi, il blogger candidato alla guida del nascente partito democratico. Parlano sempre e solo di Veltroni, Colombo, Bindi e Letta, come se fossero i Fantastici (si per dire, ovviamente) Quattro: Veltroni è l’uomo di gomma, Letta la Torcia, Colombo la Cosa e Bindi la donna (in)visibile. E il “povero” Adinolfi allora può essere Silver Surfer? Per intanto auguri per il tentativo, come ha fatto un gruppo di bloggers di centrodestra


25 luglio 2007

Scritto da Antonio Palmieri | 25 luglio 2007 | CALENDIARIO

Anche ieri papà ha dato segni di confortante vitalità. Oggi è la vigilia del trasferimento a Costa Masnaga, al centro di riabilitazione Villa Beretta. C’è l’attesa di chiudere una fase e di cominciarne una nuova. C’è il desiderio del meglio per lui e di capire se e come potrà effettivamente recuperare, sia dal punto di vista fisico che da quello neurologico e dell’autosufficienza. Rimane l’impegno di non lasciarlo comunque da solo.



Tecnologia Solidale
Continua

Questo sito Web utilizza i cookie. Continuando a utilizzare questo sito Web, si presta il proprio consenso all'utilizzo dei cookie.
Per maggiori informazioni sulle modalità di utilizzo e di gestione dei cookie, è possibile leggere l'informativa sui cookies.